INFORMAZIONE. Caso Rai, Federconsumatori: “Stanchi del polverone”

Mesi e giornate convulse con al centro il caso Rai. C’è la questione del ritiro del servizio pubblico dalla piattaforma Sky. Le polemiche centrate sulla trasmissione Annozero. La campagna di boicottaggio del pagamento del canone lanciata dai quotidiani Il Giornale e Libero. Il Codacons che chiede al Tar del Lazio di sospendere l’iniziativa del ministro Claudio Scajola, che ha aperto un’istruttoria sulla trasmissione. Oggi interviene Federconsumatori: "Siamo decisamente stufi – afferma l’associazione – del polverone che si sta alzando intorno alla Rai in questi giorni".

Il presidente Federconsumatori Rosario Trefiletti lancia infatti la domanda: "Un giorno si parla di canone, l’altro di privatizzazione, ma in realtà la domanda fondamentale da cui partire è: si vuole o no il Servizio Pubblico Radiotelevisivo nel nostro Paese?".

"Se sì, come auspichiamo, si smetta con gli scontri e le polemiche sull’abolizione del canone, ma si prenda in mano la situazione avviando una riorganizzazione dell’azienda, che escluda l’intromissione partitica, o più generalmente, politica, nella determinazione dei ruoli di responsabilità, improntando piuttosto tale scelta a criteri di professionalità e competenza – argomenta Trefiletti – Se, invece, non si vuole il Servizio Pubblico, si abolisca pure il canone, ma, insieme ad esso, devono cadere anche i tetti pubblicitari imposti alla Rai in quanto Servizio Pubblico, aprendo così la strada ad una piena concorrenza e ad una maggiore competitività".

Comments are closed.