INFORMAZIONE. Compensi RAI, Federconsumatori: “No a provvedimenti demagogici”

Federconsumatori critica il provvedimento che vuole rendere noti i compensi dei conduttori del servizio pubblico nei titoli di coda dei programmi. "Con la trasparenza non c’entra un bel nulla – ha dichiarato Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori – Si tratta solo dell’ennesimo violento attacco al servizio pubblico radiotelevisivo".

Secondo Trefiletti si fa leva sul diritto all’informazione dei cittadini, ma in realtà si intende mettere in atto un gesto populista e demagogico. "Una misura equa e dignitosa – aggiunge il Presidente di Federconsumatori – dovrebbe prevedere la pubblicazione dei compensi dei conduttori sui siti dei rispettivi programmi o sul sito della RAI. Se, veramente, si volesse avviare un’operazione all’insegna della trasparenza e della correttezza, come prima cosa, bisognerebbe partire dall’eliminazione di ogni intromissione politica o partitica all’interno del servizio pubblico. Queste sì sono voci che pesano sui bilanci".

Infine, secondo Federconsumatori "si dovrebbe giungere, una volta per tutte, al definitivo superamento della Commissione di Vigilanza RAI che, in più occasioni, si è rivelata non solo inutile, ma anche dannosa". L’Associazione dei consumatori metterà in campo ogni iniziativa di carattere giuridico-legale per contrastare il provvedimento sui compensi.

Comments are closed.