INFORMAZIONE. Formez News: 100 numeri e 10mila abbonati

L’editoria di pubblico servizio viaggia su web e riscuote successo. Oltre 10.000 abbonati in cinque anni di vita; 100 numeri pubblicati e più di 1.000 articoli su vari temi: formazione, e-government, ambiente, sviluppo locale, comunicazione pubblica, welfare, Europa; inoltre, 300 rubriche che hanno spaziato dalle recensioni di testi legati al mondo della formazione al rapporto fra P.A. e territorio, dall’informatizzazione degli enti locali alla valutazione della dirigenza regionale. E con il numero 100 si inaugura una nuova finestra. La P.A. che dedidca alle sperimentazioni di produzione audiovisiva e ai servizi informativi e di utilità che le stesse amministrazioni rendono disponibili su web, televisione digitale, mobile.

E’ un bilancio importante per Formez News, la newsletter su web a cadenza quindicinale diretta da Sergio Talamo (responsabile dell’ufficio stampa ed editoria del Formez), che dal 1 marzo 2001 arriva gratuitamente nella casella di posta di migliaia di abbonati. Pubbliche amministrazioni, testate giornalistiche, aziende private e cittadini hanno reso FN un punto di riferimento per quanti si occupano di formazione e di temi attinenti la P.A..

Formez News è pubblicato sul sito www.formez.it.

Ecco alcuni dati sugli abbonati

Gli iscritti appartenenti alle Pubbliche Amministrazioni sono circa 3.200 di cui 740 centrali e 2430 locali, mentre le strutture private accreditate sono oltre 2.730, il 29,6% del totale degli utenti. Segno che i temi trattati, gli appuntamenti segnalati e le recensioni proposte hanno colpito l’attenzione non solo di chi nelle Pubblica amministrazione vive e lavora ma anche privati cittadini. Certo, il punto di riferimento della newsletter resta sempre la P.A. nel suo complesso, con particolare attenzione al mondo degli enti locali e dei Comuni che, con il 14,8%, rappresentano una grossa fetta dei nostri abbonati. Ma Formez News è molto letta anche tra gli istituti di ricerca e formazione, enti previdenziali e consorzi (2.380 unità) negli istituti scolastici ed universitari (620 abbonamenti) e presso le principali testate giornalistiche, soprattutto agenzie e quotidiani; 340 utenti accreditati, il 3,68% del totale, provengono invece dal mondo no profit, onlus ed organizzazioni varie.

Comments are closed.