INFORMAZIONE. Il sociale conquista più lettori di sport e spettacolo

I temi sociali conquistano sempre più spazio sulle testate italiane e i lettori li preferiscono allo sport e allo spettacolo. È quanto emerge dalla ricerca "La crescita del sociale nelle testate radio, stampa e tv" curata da Sodalitas, Eurisko e Università Cattolica di Milano, presentata in occasione della premiazione della quinta edizione del Premio Giornalismo per il sociale: il 35% dei direttori di testata intervistati indica che l’interesse per i temi sociali è in forte aumento.

La crescente attenzione per l’argomento è stata al centro del dibattito della tavola rotonda "Giornalismo sociale: spettacolo o coraggio?" alla quale hanno partecipato professionisti del mondo della comunicazione e del nonprofit: Andrea Prandi, Presidente FERPI, Massimo Ciampa, Segretario Generale Mediafriends Onlus, Enzo Cucco, Segretario Generale Sede Permanente di confronto sulla Comunicazione sociale RAI, Fiorenza Vallino, Direttore Io Donna, Don Gianni Zappa, Arcidiocesi di Milano.

A conclusione della giornata sono stati assegnati i riconoscimenti per i vincitori delle categorie previste dal Premio: Premio Speciale della Giuria a Stefano Mensurati, conduttore di Radio Anch’io, programma radiofonico di Radio Rai 1, per la sensibilità che dimostra quotidianamente nel trattare temi di attualità, a volte difficili, con misura, portandoli alla ribalta dell’opinione pubblica. Per la categoria Stampa e Web, il Primo premio è stato assegnato a Emanuela Zuccalà di Io Donna (Corriere della Sera) per "Un carcere da matti"; una Menzione speciale è stata attribuita a Annalisa Monfreda, giornalista di GEO, per l’articolo "A occhi chiusi sul mondo". Nella categoria Radio e Televisione vincitrice del Primo Premio è Daniela Bisogni con il servizio "Somaly Mam e il ‘silenzio dell’innocenza’", trasmesso da Tg2 Mizar. Infine per la categoria Giovani giornalisti Elena Parasiliti, del Master di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano si è aggiudicata il primo premio con l’articolo "Daniel, Macho badante", pubblicato da Terre di Mezzo, mentre una menzione speciale è stata assegnata a Stefania La Malfa dell’Istituto per la Formazione al Giornalismo dell’Università di Urbino, per l’articolo "Un futuro su misura".
Anche le testate che hanno pubblicato gli articoli e i servizi dei vincitori – e quindi Io Donna, Rai Tg2 e Master di Giornalismo dell’Università Cattolica – sono state premiate per avere dato spazio e avere contribuito alla diffusione dei temi sociali all’interno del mondo dell’informazione.

 

Comments are closed.