INFORMAZIONE. Milleproroghe taglia fondi a consumatori, Adoc e Adiconsum: “Vergogna bipartisan”

Il milleproroghe recupera i contributi per l’editoria in modo parziale – viene ripristinato il diritto soggettivo per giornali di partito, cooperative e testate no profit – ma taglia su radio e tv locali e nazionali e sui giornali delle associazioni dei consumatori. Su quest’ultimo punto si ribellano Adoc e Adiconsum che denunciano come con il milleproroghe "vengono tagliati del 60% i fondi per l’editoria destinati ai giornali dei consumatori". Conclusione: "il Parlamento ha voltato le spalle ai consumatori, per metterli a tacere".

"Il taglio ai contributi per l’editoria destinati ai giornali dei consumatori è una vergogna bipartisan – dichiarano i presidenti di Adoc e Adiconsum – il Parlamento ha nuovamente voltato le spalle ai consumatori. Dopo aver eliminato i fondi derivanti dalle multe inflitte dall’Antitrust, che la legge destinava alle Associazioni dei consumatori, impedendoci così di attuare azioni di denuncia e monitoraggio delle imprese, necessarie per l’equilibrio del mercato, con l’approvazione di oggi del dl milleproroghe assistiamo ad un ulteriore taglio dei contributi. Il taglio dei fondi del 60% per l’editoria dei consumatori impedirà di proseguire nell’azione di informazione e di denuncia, azione importante, che evidentemente ai partiti non piaceva".

Comments are closed.