INFORMAZIONE. Nucleare, spot di Greenpeace: “Il problema, senza la soluzione”

"Energia nucleare: il problema, senza la soluzione": il tono di voce è volutamente suadente, mentre decanta con voce morbida quei problemi che il nucleare porta con sé e che vanno dalle scorie che durano "per il futuro" ai costi del nucleare e ai problemi di sicurezza. Non è un caso se, dopo le polemiche suscitate dallo spot televisivo del Forum nucleare italiano (quello degli scacchi bianchi e neri), accusato di essere falsamente neutrale, arriva la risposta – realizzata gratuitamente da un’agenzia di comunicazione – di Greenpeace, che ha lanciato una nuova campagna di comunicazione "per informare i cittadini sui pericoli e sulle implicazioni ambientali, sociali ed economiche che la scelta del governo di puntare sull’energia nucleare comporterebbe".

"Nasce così uno spot – spiega Greenpeace – che fa il verso, ribaltandoli, ai codici comunicativi delle grandi compagnie energetiche, caratterizzati da atmosfere sognanti, immagini epiche e toni di voce rassicuranti che, com’è ovvio, servono a celare le pesanti conseguenze spesso nascoste dietro le loro attività. Nello spot di Greenpeace, lo spettatore si trova davanti a un filmato che, con grande chiarezza, toni rassicuranti e ironia, mostra tutte le agghiaccianti verità sull’atomo: le scorie impossibili da smaltire, gli enormi costi, il falso mito dell’indipendenza energetica, i problemi di sicurezza". Commenta Giuseppe Onufrio, Direttore esecutivo di Greenpeace Italia: "Vogliamo fornire ai cittadini uno strumento per riflettere sui problemi del nucleare in un paese distratto da slogan ingannevoli. Non possiamo certo competere con gli investimenti pubblicitari di Forum Nucleare & Co e, quindi, per contrastare il "bombardamento mediatico nucleare" punteremo moltissimo sulla partecipazione attiva delle migliaia di persone che ci seguono online".

Comments are closed.