INFORMAZIONE. Oscurato servizio pubblico RAI: esposto di Altroconsumo all’Agcom

Oscuramento del servizio pubblico di informazione. E’ questa l’accusa che giunge alla Rai da parte di Altroconsumo. L’Associazione dei consumatori ha depositato all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) un esposto per oscuramento delle trasmissioni del servizio pubblico radiotelevisivo RAI, chiedendo all’Autorità di intervenire aprendo un’istruttoria per garantire la fruizione del servizio pubblico radiotelevisivo. L’esposto è stato inviato anche all’Antitrust e alle DG Concorrenza e società dell’informazione della Commissione europea.

Questi i fatti denunciati da Altroconsumo: nel periodo dal 16 aprile 2009 al 21 giugno 2009, oltre 1.800.000 telespettarori muniti di decoder satellitari non hanno potuto vedere circa 357 programmi dei canali RAI1, RAI2 e RAI3. Tra le trasmissioni oscurate risultano almeno diciotto edizioni di tg nazionali. Inoltre dal 14 luglio 2008 RAI non rende disponibile, neppure parzialmente, sulle piattaforme distributive satellitari il canale televisivo di servizio pubblico RAI4, visibile unicamente attraverso ricevitori digitali terrestri.

Altroconsumo chiede all’Agcom di verificare quanto riportato sulla stampa circa la tecnologia di decodifica NAGRA adottata dalla nuova piattaforma satellitare Tivù Sat utilizzata da RAI, Mediaset e Telecom a partire dal 1 agosto 2009. Secondo gli esperti di settore, infatti, con la nuova tecnologia di decodifica oltre 6.445.000 decoder già presenti nelle case degli italiani non potranno vedere i contenuti criptati sulla nuova piattaforma.

Comments are closed.