INFORMAZIONE. Scajola contro Annozero, Codacons: “Ritirata del Ministro”

Il Codacons aveva chiesto al Tar del Lazio la sospensione della convocazione chiesta dal ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola all’indomani della prima puntata di Annozero. Ma oggi ha rinunciato alla richiesta di sospensiva di fronte alla documentazione presentata, che non parla di istruttoria o convocazione ma solo di un invito ai vertici Rai per un colloquio. "Nessuna inchiesta, istruttoria o convocazione sul caso della trasmissione Annozero. L’intervento del Ministro per lo sviluppo economico, Claudio Scajola, si riduce ad un semplice invito rivolto ai vertici Rai per un colloquio cordiale, come quello di una persona che invita un conoscente "a prendere un caffè", commenta il Codacons in una nota stampa, dopo l’udienza al Tar del Lazio fissata a seguito del ricorso dell’associazione.

Si legge infatti nella lettera inviata dal Ministro al Presidente Rai, Paolo Garimberti, e al D.G. Mauro Masi:"Desidero incontrare lei presso il mio studio al Ministero dello sviluppo economico giovedì 8 ottobre alle ore 17.00 per un colloquio sulle note polemiche in merito alle recenti trasmissioni, sull’osservanza degli obblighi derivanti dell’attuale Contratto di servizio, anche in riferimento al suo prossimo rinnovo"’. E nella documentazione presentata si afferma che "il Ministro ha richiesto un colloquio con il Presidente e con il Direttore della Rai al fine di discutere sulle note polemiche insorte in merito a recenti (e non meglio specificate) trasmissioni radio-televisive, in relazione agli obblighi derivanti dall’attuale contratto di servizio ed al suo prossimo rinnovo"’.

"Al Codacons – afferma l’associazione – non è rimasto quindi davanti al Tar che prendere atto della ritirata del Ministro, e rinunciare alla richiesta di sospensiva di un atto che rappresenta un semplice e generico invito ad un incontro cordiale, senza alcun riferimento esplicito e motivato alla trasmissione Annozero".

Comments are closed.