INFORMAZIONE. Sicilia, il 3 ottobre i consumatori al centro di un convegno della Regione

Si svolgerà a Palermo il prossimo 3 ottobre il convegno "La Sicilia informa i consumatori" organizzato dalla Presidenza della Regione Sicilia e dal progetto regionale "Io consumatore". L’obiettivo di questa giornata è "presentare il nuovo Programma Generale della Regione Siciliana che si chiama proprio "La Sicilia informa i consumatori". Nel corso del convegno saranno, pertanto illustrati tutti i 19 interventi che compongono il Programma Generale, con particolare riguardo ai due interventi che realizzerà direttamente la Presidenza della Regione dal rispettivo titolo "Sicilia informa" e "Consumed". Gli autorevoli relatori illustreranno, quindi, alcuni aspetti e tematiche che saranno oggetto degli interventi di cui sopra", ha spiegato ad Help Consumatori Maria Castri, responsabile Tutela dei Consumatori per la Regione Siciliana.

D. Guardando al passato, quali i risultati del progetto "La Sicilia apre ai consumatori"? E le sfide per il futuro?

R. Con il Programma Generale "La Sicilia apre ai consumatori" la nostra Regione è riuscita a "farsi conoscere" dai consumatori siciliani; tanti sono stati i campi che abbiamo "toccato" e devo dire che i risultati sono andati al di là delle più rosee previsioni; addirittura vi sono alcune pubblicazioni – oramai praticamente esaurite – che ci vengono richieste non solo da diverse Regioni ma anche da diversi Paesi Europei per la completezza e chiarezza delle informazioni fornite ai consumatori. Questo, ovviamente, è un grande successo. Per il futuro la "sfida" è ancora più grande: realizzeremo un sito internet, realizzato all’interno del sito ufficiale della Regione Siciliana, dedicato interamente al cittadino-consumatore, un volume contenente le principali decisioni (le più significative saranno commentate) in tema di consumerismo emesse dalle Corti siciliane e tante altre attività, guardando anche ai Paesi del bacino del Mediterraneo.

D. Una sezione del convegno è dedicata ai consumatori e l’Europa. Quale lo stato di attuazione della rete Consumed?

R. Per l’appunto dedicheremo un’intera Sezione del Convegno ai consumatori dell’Europa e dei Paesi del Mediterraneo. La nostra Isola, proprio per la sua allocazione geografica, si trova in una posizione "strategica"; pertanto il nostro interesse si rivolge anche ai consumatori di questi Paesi. Infatti la nostra Regione, insieme alle Regioni Liguria, Campania e Puglia sta realizzando un intervento congiunto che abbiamo voluto chiamare "Consumed"; lo scopo che ci si prefigge è quello di raccogliere la normativa dei Paesi del Mediterraneo in alcuni settori "strategici": infrastrutture, commercio, agroalimentare, sicurezza dei prodotti alimentari. Questo è, ovviamente, un primo ma importante passo per l’attuazione della rete Consumed, rete che, ci auguriamo, venga allargata a tutte le Regioni che desiderano aderirvi. Vi sono, naturalmente, altre attività che fervono su tale aspetto, ma per ora non voglio anticipare nulla. Dico solo che a settembre 2008 la Regione Siciliana farà un altro importante Convegno che concluderà il Programma Generale di intervento che si presenterà mercoledi 3 ottobre: per quella occasione spero proprio di potere svelare le nostre "sorprese". Appuntamento, quindi, a settembre 2008.

D. E’ in corso la revisione della legge regionale della Sicilia sulla tutela dei consumatori. A che punto sono i lavori?

R. Nel corso della prima riunione nell’ambito del CRCU (Consiglio regionale consumatori e utenti) abbiamo costituito un gruppo di lavoro per svolgere questa opera di revisione che porterà in realtà ad una legge ex-novo. Al gruppo partecipano costantemente cinque associazioni a tutela dei consumatori e il nostro obiettivo è finire i lavori in commissione entro il 30 ottobre. Poi seguirà l’approvazione da parte del CRCU, da parte del Presidente e infine inizierà l’iter legislativo. Auspico per il 31 dicembre di far arrivare in Aula il testo. Il provvedimento sarà uno dei temi al centro del convegno del 3 ottobre, a testimonianza del fatto che questa è una proposta di legge non calata dall’alto ma condivisa con i cittadini.

PDF: La locandina e programma del convegno

Comments are closed.