INFORMAZIONE. Stop ai talk show Rai, domani in piazza a Roma contro la delibera

"Sbavagliamoci" è lo slogan della manifestazione contro la sospensione dei talk show che si terrà domani alle 12 davanti alla Rai di viale Mazzini, a Roma. Saranno illustrati gli esposti presentati da Fnsi, Usigrai, Articolo21, Federconsumatori, Cittadinanzattiva e Altroconsumo "contro la sospensione dei talk show televisivi, il bavaglio alle radio e ai giornali italiani all’estero". Alla manifestazione aderiscono Mediacoop, Comitato Libertà Informazione, Popolo Viola, Women in the city e Giovani per la Costituzione.

La manifestazione si svolgerà in concomitanza con la discussione del ricorso dinanzi al Tar del Lazio. Il ricorso, patrocinato dall’Avv. Prof. Massimo Cerniglia, è stato presentato dalla Federconsumatori contro il Regolamento dalla Commissione di Vigilanza RAI e la delibera sulla Par Condicio. Tale atto di impugnazione era stato notificato la scorsa settimana alla Commissione di Vigilanza RAI ed alla RAI, con richiesta di immediata sospensione del Regolamento della Commissione di Vigilanza e della delibera del CDA RAI, in quanto hanno palesemente violato la legge del 2000 sulla Par Condicio.

"I limiti imposti ai programmi di informazione ledono non solo i principi di cui alla legge sulla Par Condicio, ma anche l’articolo 21 della Costituzione, che ha stabilito l’insopprimibile diritto da parte dei cittadini di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione." – dichiara Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori.

Tale operazione rappresenta un vero e proprio smacco alla democrazia nel nostro Paese, per questo ci auguriamo che il TAR del Lazio, annullando il provvedimento impugnato e provvedendo immediatamente a sospenderne l’effetto, ristabilisca regole certe ed improntate al rispetto dei principi democratici nel nostro Paese.

Comments are closed.