INFORMAZIONE. Stop talk show RAI, Consiglio di Stato rigetta ricorso Federconsumatori

Il Consiglio di Stato con ordinanza del 23 marzo scorso ha rigettato l’istanza di sospensiva richiesta da Federconsumatori Nazionale, rilevando che non vi sono elementi da cui desumere che il palinsesto dei programmi stabiliti dalla Rai in sostituzione temporanea dei programmi di informazione sospesi si traduce in un vulnus al diritto di informazione ( nella sua declinazione passiva di diritto ad essere informati) degli utenti del servizio televisivo". "Il provvedimento del Consiglio di Stato non fa che confermare l’assoluta impossibilità, per i cittadini, di poter far valere le regole di una corretta e libera informazione" commenta Rosario Trefiletti, Presidente di Federconsumatori.

"Non si tratta, quindi, come sostiene il Direttore Generale Masi, di una conferma alla decisione di sospensione dei talk show, ma di un grave vulnus per la democrazia, e di uno stravolgimento del ruolo svolto dalla concessionaria del Servizio pubblico, che dovrebbe essere la prima garantire informazione e pluralismo" aggiunge il Presidente.

"Tutto ciò conferma, ancora una volta, la necessità di un profondo ripensamento da parte della RAI, anche alla luce della nostra convinzione che debba essere il servizio pubblico, naturalmente sganciato da ogni legame partitico, a "controllare e vigilare" sul Parlamento e non viceversa." conclude Rosario Trefiletti.

Comments are closed.