INFRASTRUTTURE. Grandi opere, accordo BEI e Ministero: 15 miliardi di euro in cinque anni

Quindici miliardi di euro: è quanto la Banca europea per gli investimenti (BEI) potrà mettere a sostegno di progetti infrastrutturali in Italia nel quinquennio 2008-2012. La BEI e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti hanno infatti firmato un accordo-quadro per il finanziamento delle opere inserite nel Piano Decennale delle Infrastrutture Strategiche del Governo italiano. L’accordo è stato siglato a Lussemburgo dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, dal Presidente della BEI Philippe Maystadt e dal Vice Presidente Dario Scannapieco, responsabile delle operazioni di finanziamento in Italia, Malta e Balcani occidentali.

BEI e Ministero intensificheranno la collaborazione per individuare i progetti compresi nel Piano Decennale finanziabili da parte della Banca e definiranno le modalità di finanziamento più appropriate. Il volume di finanziamenti che la BEI potrà mettere a sostegno di progetti infrastrutturali economicamente sostenibili sarà di 15 miliardi di euro nel quinquennio 2008-2012. I finanziamenti potranno riguardare investimenti promossi direttamente dal Ministero e da amministrazioni dello Stato e società pubbliche, Regioni, enti pubblici territoriali e soggetti concessionari.

"L’accordo stipulato oggi con la Banca europea per gli investimenti – ha commentato il Ministro Matteoli – consentirà all’Italia di riprendere in modo deciso la sua infrastrutturazione". Per il Ministro "di fronte alla grave crisi economica e finanziaria internazionale, il Governo italiano si sta muovendo per reperire risorse adeguate per realizzare le indispensabili infrastrutture di cui il Paese necessita. I finanziamenti di BEI sono un tassello importante. Ci muoveremo anche per favorire l’investimento dei privati attraverso il partenariato pubblico-privato".

Comments are closed.