INQUINAMENTO. Parlamento Ue chiede miglioramenti ai veicoli per ridurre CO2. Il no di Legambiente

Il Parlamento chiede agli Stati membri di ridurre fino a 125 g/km le emissioni di CO2 delle auto entro il 2015 con il solo ricorso a miglioramenti tecnici dei veicoli. Sollecitando obiettivi a lungo termine più ambiziosi, auspica l’istituzione di un sistema di penali e una migliore pubblicità delle prestazioni ecologiche delle auto, nonché incentivi fiscali e sistemi di rottamazione per rinnovare il parco macchine. Occorre poi agire su stile di guida, biocarburanti e viabilità. La Commissione dovrebbe presentare entro la fine dell’anno una proposta legislativa riguardo alle emissioni di CO2 da parte delle auto, sulla quale il Parlamento dovrà pronunciarsi nell’ambito della procedura di codecisione.

"Il voto del Parlamento Europeo si spiega in un solo modo: la potente lobby delle case automobilistiche ha vinto sull’autonomia dell’Assemblea di Strasburgo". Questo il commento di Roberto Della Seta, presidente nazionale di Legambiente, che aggiunge: "Con questo atteggiamento l’Europarlamento – conclude Della Seta – rinuncia al ruolo di leadership nella lotta ai cambiamenti climatici. Chiediamo alla Commissione che confermi l’indirizzo originario dei 120 grammi e al Governo italiano che si impegni perché anche il Consiglio ribadisca con forza questo obiettivo".

Comments are closed.