INQUINAMENTO. Rifiuti, Fare Verde: “Interveniamo sulla loro riduzione a monte”

L’associazione ambientalista Fare Verde interviene sulla proposta lanciata dai Verdi di puntare su impianti di smaltimento basati sulla dissociazione molecolare anziché sull’incenerimento. Secondo l’associazione sono "ammissibili, utili e comprensibili tutti gli sforzi per trovare nuove tecnologie per lo smaltimento dei rifiuti, ma prima occorre adottare chiari provvedimenti legislativi per la loro riduzione a monte, come ad esempio, l’ introduzione del vuoto a rendere".

Da tempo in uso in molti paesi del Nord Europa, il vuoto a rendere prevede una cauzione di circa 20 centesimi per bottiglie di acqua, birra, bevande gassate, latte e consente una restituzione del vuoto da riutilizzare in più del 90% dei casi. Solo dopo una raccolta differenziata portata ai massimi livelli possibili (la Provincia di Treviso viaggia da tempo su percentuali pari al 75%) e una forte riduzione di imballaggi inutili e prodotti usa e getta, si possono prendere in considerazione le soluzioni tecnologiche più innovative per il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti residui.

Per approfondire l’argomento clicca qui.

Comments are closed.