INQUINAMENTO. Scade oggi il termine Ue per mettere a norma le discariche

Scade oggi il termine fissato per conformare le discariche dell’Unione europea alle norme comunitarie. Ogni Paese dell’Ue ha avuto otto anni di tempo per garantire che i siti esistenti prima dell’entrata in vigore della normativa europea sulle discariche fossero messi a norma o chiusi del tutto. Le discariche sono fonti di percolato e gas metano, che possono contaminare le acque sotterranee, rendendole inadatte al consumo umano. La direttiva comunitaria sulle discariche definisce requisiti rigorosi per il percolato e le emissioni di gas di discarica.

La Commissione Ue ha scritto a tutti gli Stati membri per ricordare i loro obblighi al riguardo e raccogliere dati sulla conformità. C’è il rischio di un procedimento per i Paesi che violano la legislazione comunitaria. A partire da oggi, inoltre, gli Stati membri sono anche tenuti a dimezzare la quantità di rifiuti urbani biodegradabili conferiti in discarica rispetto ai livelli del 1995.

"Da oggi le discariche non a norma dovrebbero essere solo un lontano ricordo – ha dichiarato il commissario europeo all’ambiente, Stavros Dimas – Gli Stati membri hanno avuto otto anni di tempo per garantire che le discariche presenti sul loro territorio siano conformi alla legislazione europea. È loro dovere garantire i massimi livelli di tutela dei cittadini e dell’ambiente".

Per saperne di più cliccare qui

Comments are closed.