INTERNET. Al via edizione on line de Il Salvagente

Ha preso il via oggi l’edizione on line de Il Salvagente: il sito internet www.ilsalvagente.it si trasforma, infatti, nel primo quotidiano on line dalla parte dei consumatori. Le notizie e le inchieste potranno essere aggiornate "in diretta" 24 ore su 24 senza lasciare un vuoto tra un numero e l’altro del giornale. Help Consumatori ha intervistato Rocco Di Blasi, direttore di www.ilsalvagente.it.

Lo storico settimanale cartaceo si apre ad internet: quanto è importante la comunicazione – in particolare quella on line – per un’efficace tutela dei consumatori?
Noi pensiamo ad una integrazione – non facile ma possibile sempre meglio con il passare delle settimane – fra i due strumenti: il settimanale continuerà a combattere le sue battaglie e a proporre i suoi approfondimenti. Il quotidiano on line consente di intervenire "in tempo reale" dalla parte dei consumatori, offrendo un punto di vista preciso sugli avvenimenti del giorno.

Quali sono le novità del quotidiano online?
Puntiamo, soprattutto, sulla concretezza e sulla flessibilità del mezzo. Sulla home page c’è, ad esempio, un preventivatore che consente a chiunque di ottenere le 5 migliori offerte prima di rinnovare la polizza Rc-auto. È uno strumento personalizzato completamente gratuito e in grado di rispondere in qualunque città si trovi il nostro lettore.
Il venerdì, poi, pubblicheremo le "offerte promozionali" delle maggiori catene di super, ipermercati e hard discount. È noto che molte famiglie fanno la "spesona" di fine settimana basandosi su queste offerte e noi cercheremo di aiutarle. Inizieremo con Roma, Milano, Bologna e Napoli, ma – se l’idea ha successo – pensiamo di estendere la rete ad altre realtà.

Come è organizzata la redazione e quali opportunità si aprono per le associazioni dei consumatori?
Le associazioni hanno un "filo diretto" sempre aperto per intervenire sui fatti del giorno. La home page prevede, inoltre, uno spazio in cui tutti i loro comunciati possono trovare spazio. Per quanto riguarda la redazione del quotidiano, in questo momento è ridotta al minimo indispensabile, ma può contare sia su quella del settimanale (e sulla sua ricchissima banca dati) che su una serie di collaborazioni esterne con cui vorremmo costruire una vera e propria "rete italiana".

Comments are closed.