INTERNET. Commissione Ue propone un nuovo programma per la sicurezza on-line dei minori

Oggi la Commissione europea lancia un nuovo programma per la sicurezza dei minori che usano internet. Gli obiettivi dell’iniziativa sono: ridurre i contenuti illeciti, il materiale pedopornografico e le manipolazioni psicologiche a scopi sessuali che vengono fatte in linea a danno dei minori. Si potranno segnalare tutti i comportamenti di questo tipo a punti di contatto nazionali creati appositamente. I giovani verranno coinvolti in diverse iniziative volte a sviluppare un ambiente virtuale più sicuro, basato su pratiche di autoregolazione. Le buone pratiche verranno diffuse attraverso centri di sensibilizzazione nazionali a cui genitori e insegnanti potranno rivolgersi per scambiarsi informazione sicura. A livello europeo, nell’ambito del programma Safer Internet, ricercatori ed esperti coopereranno per creare una base comune di conoscenze per l’uso sicuro delle nuove tecnologie.

La proposta di oggi riassume i risultati della consultazione pubblica sul programma Safer Internet, svoltasi da aprile a giugno 2007, e le raccomandazioni formulate dai ragazzi in occasione del Forum paneuropeo della gioventù, organizzato dalla Commissione europea per la giornata Safet Internet 2008.

Il nuovo programma abbraccia il periodo 2009-2013 e usufruisce di una dotazione di bilancio di 55 milioni di euro.

"Con il nuovo programma la Commissione europea intende portare avanti gli interventi già avviati per creare un ambiente in linea più sicuro per i nostri ragazzi, incoraggiando le iniziative di autoregolazione e una maggiore sensibilizzazione della società" ha dichiarato il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso. "In presenza di contenuti illeciti in linea, le autorità pubbliche saranno in grado di prendere contromisure rapide e incisive grazie al rafforzamento dei sistemi di segnalazione" ha concluso Barroso.

"I nuovi usi delle tecnologie richiedono un’intensificazione degli interventi" ha aggiunto Viviane Reding, Commissaria responsabile della società dell’informazione e dei media. "Sono convinta che il nuovo programma per un’internet più sicura farà dell’Europa un modello nel campo della protezione dei minori nei confronti di abusi perpetrati in linea e attraverso i telefoni cellulari".

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.