INTERNET. Dal Mipaaf un progetto da 154 mln di euro per banda larga nelle aree rurali

Un progetto per destinare 154 milioni di euro alla diffusione della banda larga e dei servizi internet ad alta velocità nelle aree rurali: è l’iniziativa predisposta dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e notificata nei giorni scorsi alla Direzione Concorrenza della Commissione Europea. Il progetto sarà cofinanziato dall’Unione europea e realizzato nell’ambito dei Programmi regionali di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-2013.

In risposta all’obiettivo comunitario che prevede l’estensione della rete internet ad alta velocità a tutti i cittadini entro il 2010 e il superamento del divario digitale infrastrutturale nei territori rurali, il Mipaaf ha infatti promosso l’inserimento nel Piano Strategico Nazionale per lo sviluppo rurale e nei PSR regionali di una misura di intervento destinata alle aree rurali più marginali, informa il Ministero, sottolineando che sono state utilizzate le risorse finanziarie straordinarie messe a disposizione dall’Unione Europea attraverso il cosiddetto Piano di ripresa economica, corrispondenti a circa 93 milioni di euro, cui si sono aggiunti circa 61 milioni di euro di cofinanziamento nazionale, per un ammontare complessivo di oltre 154 milioni di euro.

"Sono molto soddisfatto – ha dichiarato il ministro Luca Zaia – di poter contribuire all’abbattimento del divario digitale nelle aree più marginali del nostro Paese, dove le condizioni geo-morfologiche particolarmente difficili, l’eccessiva dispersione della popolazione ed i costi di infrastrutturazione troppo elevati, costituiscono un oggettivo ostacolo alla diffusione, in maniera uniforme, della banda larga e delle più moderne tecnologie di telecomunicazione".

Comments are closed.