INTERNET. Emilia-Romagna, connesso il 46% delle abitazioni e tutti i Comuni

In Emilia-Romagna il 46% delle abitazioni, il 98,8% delle imprese e la totalità dei Comuni sono connessi ad internet. E’ quanto emerge dall’indagine "Juice 2" che descrive la società dell´informazione regionale e la tipologia dei navigatori emiliano-romagnoli presentata in questi giorni. Il rapporto descrive le molteplici espressioni della società dell´informazione regionale e traccia il volto dei navigatori emiliano-romagnoli, sintetizzando i dati del progetto Understand, cofinanziato dalla Commissione europea, che ha misurato lo stato di avanzamento e la diffusione delle nuove tecnologie in dieci regioni del vecchio continente.

Secondo la ricerca gli internauti emiliano-romagnoli sono per lo più giovani, con un titolo di studio medio-alto ed una buona disponibilità economica, si connettono alla rete prevalentemente da casa con un pc fisso e quasi quotidianamente navigano per ragioni di lavoro, motivi di studio o, più semplicemente, per svago. In particolare il 37% degli emiliano-romagnoli con più di 15 anni utilizza internet, così come l´86% degli intervistati con età compresa tra i 16 e i 25 anni. La percentuale poi decresce in maniera significativa all´aumentare dell´età: nella popolazione tra i 25 e i 44 anni gli utenti internet sono il 52%, il 31% nella fascia d´età 45-65 anni e solo il 5% tra gli over 65.

La diffusione della banda larga è uno degli obiettivi della Regione. Secondo la ricerca l´offerta complessiva di banda larga da parte degli operatori per imprese e cittadini raggiunge ora l´85% del territorio, un dato di "digital divide" su cui la Regione intende intervenire perché concentrato nelle zone di montagna o meno abitate. Per quanto concerne la pubblica amministrazione, il 79% dei Comuni dell´Emilia-Romagna è connesso a banda larga con un notevole aumento rispetto al 2004 (+15 punti percentuali).

Per quanto riguarda la scuola e la formazione, dallo studio emerge che il 94% delle scuole è dotato di pc on line ad uso didattico, ma solo il 16% presenta tali postazioni all´interno delle aule e sono ancora poco radicate la didattica interattiva e l´utilizzo del pc durante le lezioni. La formazione universitaria ict registra un andamento relativamente stabile. La percentuale degli iscritti a corsi di laurea ict sul totale degli iscritti in Emilia-Romagna è risultata nel 2004 pari al 23,5%, leggermente in aumento rispetto agli anni precedenti, di poco inferiore alla media nazionale e marcatamente inferiore ai valori che caratterizzano le regioni europee tecnologicamente più evolute.

 

Comments are closed.