INTERNET. Ministero Innovazione, oltre la metà delle famiglie italiane ha un pc

Oltre il 58% delle famiglie italiane oggi ha in casa un computer. Nel 2000 erano il 27%.E’ quanto si legge nell’opuscolo "L’Innovazione digitale per le famiglie", oggi presentato a Roma da Lucio Stanca, ministro per l’Innovazione e le Tecnologie. Il depliant contiene una serie di dati riguardo la diffusione del pc tra i cittadini italiani.

I computer e le connessioni alla rete Internet – si legge nell’opuscolo del ministero– sono le tecnologie che si stanno diffondendo più velocemente tra le famiglie italiane. Il pc sta diventando famigliare quanto i più diffusi elettrodomestici. All’inizio del secolo scorso, un fondamentale fattore di sviluppo e di progresso sociale era l’alfabetizzazione, saper leggere e scrivere. Oggi è l’alfabetizzazione informatica: l’uso del computer, di Internet e dei mezzi di comunicazione digitali. Le nuove tecnologie ci permettono di comunicare, di apprendere, di lavorare in modo più efficiente, di risparmiare tempo e denaro. Insomma, migliorano la vita di tutti i giorni.

Più di quattro famiglie su dieci utilizzano oggi Internet e un terzo delle connessioni è di tipo super veloce (la cosiddetta banda larga, un settore nel quale il nostro Paese sta dimostrando grande dinamicità). L’Osservatorio della Società dell’Informazione stima a circa 28 milioni gli utenti Internet attualmente in Italia. L’85% delle scuole utilizza Internet come strumento didattico e sono già connessi alla Rete il 65% dei medici generici. Il 60% di chi si collega alla Rete utilizza i siti della Pubblica Amministrazione, vale a dire, comunica con gli uffici pubblici per chiedere informazioni e documenti, sbrigare pratiche, cercare lavoro, pagare le imposte e prenotare una visita.

Per consultare il testo visistare il sito www.innovazione.gov.it

 

 

Comments are closed.