INTERNET. PEC, anche le farmacie si adeguano

Anche le farmacie private italiane convenzionate con il SSN si sono messe in regola dotandosi della casella di posta certificata (PEC) obbligatoria dal prossimo 29 novembre. Federfarma, infatti, ha dotato le farmacie di due caselle di posta elettronica certificata. Una prima casella è riservata all’invio (previsto dall’art. 50 della Legge 326/2003) dei dati delle ricette, dati che alimentano i data base dell’OSMED (Osservatorio sull’Impiego dei Medicinali dell’Agenzia Italiana del Farmaco) e del MEF (Ministero Economia e Finanza) e consentono alla pubblica amministrazione di monitorare costantemente e tempestivamente quali farmaci sono stati distribuiti nelle farmacie e il costo per il Servizio Sanitario. La seconda casella PEC è dedicata alla comunicazione e grazie a essa le farmacie potranno anche comunicare con la pubblica amministrazione, per esempio essere allertate in tempo reale nel caso in cui l’autorità sanitaria avesse necessità di ritirare un farmaco che si fosse rilevato pericoloso.

Comments are closed.