INTERNET. Tariffe alte e poca trasparenza per i servizi roaming dei dati nell’Ue

I prezzi elevati e la mancanza di trasparenza sono le cose che angosciano di più i clienti dei servizi di roaming dei dati (SMS e altri dati in rete). Il prezzo di questi servizi è quello che un operatore fattura ad un altro per permettere ai suoi clienti di beneficiare dei servizi di dati anche all’estero. Secondo uno studio realizzato dall’azienda Connect2Roam per conto della Commissione Ue il consumo di servizi di dati mobili all’interno degli Stati membri cresce ad un ritmo sostenuto, molto di più di quello dei servizi di roaming dei dati.

Questo è dovuto al fatto che gli operatori delle reti mobili applicano tariffe al dettaglio molto più competitive di quelle offerte dai servizi a banda larga. Inoltre i consumatori sono scoraggiati ad utilizzare i servizi roaming di dati a causa della grande differenza che c’è con i prezzi praticati sui mercati nazionali e della mancanza di trasparenza. La maggior parte degli utenti si aspetta cattive sorprese sulla bolletta, se ad esempio, naviga per molto tempo utilizzando la propria carta dati.

"I servizi di dati mobili sono il futuro e noi, in Europa, siamo stati i primi a lanciarli" ha affermato la Commissaria Ue responsabile delle telecomunicazioni, Viviane Reding. "Nel momento in cui il loro successo cresce a livello nazionale, la tariffazione elevata dei servizi roaming di internet ferma la domanda. La trasparenza costituisce un grosso problema : i consumatori medi conoscono i prezzi e la durata delle loro chiamate telefoniche ma gli risulta molto più difficile sapere i prezzi e i volumi dei megabyte. Si aspettano la brutta sorpresa di ricevere una fattura di migliaia di euro al ritorno dal loro viaggio" ha concluso Reding.

Comments are closed.