INTERNET. Windows preinstallato, Tribunale Firenze dà ragione all’Aduc

Lo scorso luglio il Tribunale di Firenze ha rigettato l’appello della Hewlett Packard Italiana S.r.l. (HP) contro la sentenza del Giudice di Pace di Firenze che nell’ottobre 2007 aveva riconosciuto il diritto al rimborso per la licenza del sistema operativo Windows preistallato sul PC, mai attivata.

"Si ha diritto all’acquisto esclusivo dei soli prodotti che si scelgono, si vogliono e sopratutto si conoscono. Nella fattispecie il solo Pc senza il software" è la sintesi della sentenza del Tribunale che ha accolto i rilievi dell’ dell’Aduc che si fondavano sulla clausola contenuta nella licenza d’uso del sistema operativo Microsoft (Eula), che dice "qualora l’utente non accetti le condizioni del presente contratto, non potra’ utilizzare o duplicare il software e dovra’ contattare prontamente il produttore per ottenere informazioni sulla restituzione del prodotto o dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in conformita’ alle disposizioni stabilite dal produttore stesso". HP si era difesa negando il rimborso in quanto il computer sarebbe stato inscindibile dal sistema operativo, non tanto per problemi tecnici ma commerciali.

Le motivazioni della sentenza, rese note soltanto oggi, possono essere sintetizzate così:
1) scindibilità dell’acquisto dell’hardware e del software, sia pure effettuato in unica operazione trattandosi di software OEM cioè preinstallato;
2) diversa natura e tipologia dei due contratti: il primo è di acquisto perfezionato secondi i dettami degli artt. 1510 e ss. c.c. ; il secondo è di locazione di bene immateriale non perfezionato se al momento della prima accensione del PC l’acquirente digita il rifiuto;
3) il secondo contratto si riporta alle norme sulla licenza d’uso e alle norme sul copyright cioè al diritto d’autore;
4) chiara e inequivocabile la natura giuridica di clausola di rimborso dell’EULA con conseguente diritto al rimborso medesimo;
5) piena libertà di scelta al consumatore di un PC con software OEM anche in presenza di PC vuoti sul mercato".

Per saperne di più, clicca qui

Comments are closed.