ISTRUZIONE. Studio della provincia di Varese: in calo l’abbandono scolastico

Crescono i ragazzi nella fascia d’età compresa tra i 14 e 18 residenti in provincia di Varese e diminuiscono sensibilmente gli abbandoni scolastici. "Nell’arco di un triennio – ha commentato l’Assessore alla Formazione professionale e all’Istruzione Andrea Pellicini – ci troviamo davanti a dati interessanti. Per questo vorrei sottolineare con particolare orgoglio come dal 2003 a oggi il fenomeno dell’abbandono degli studi si sia quasi dimezzato". Sono i numeri della ricerca sull’Assolvimento del Diritto Dovere di Istruzione e formazione, effettuata dalla provincia di Varese, a tracciare il quadro scolastico e formativo dei giovani del Varesotto.

Dal 2003 al 2008 si è verificato un notevole l’aumento dei residenti compresi nella fascia tra i 14 e 18 anni: si passa da 36.494 a 38.636, segnando un incremento di 2.142 giovani. Altro dato interessante è quello inerenti ai giovani inseriti in percorsi formativi o che risultano iscritti a scuole medie inferiori: dai 33.004 del 2003 si passa ai 36.158 del 2008. Infine diminuiscono sensibilmente gli abbandoni scolastici e dai 3.490 del 2003, si scende ai 2.478 del 2008. "Siamo passati da un dato che sfiorava i dieci punti percentuali al 6,4% – ha dichiarato l’Assessore Pellicini – il nostro obiettivo è arrivare al 5% degli abbandoni, ovvero alla percentuale considerata fisiologica. Per farlo dobbiamo continuare a lavorare come fatto fino a questo momento. La strada è quella giusta dal momento che abbiamo in mano dati molto positivi".

"La riduzione all’abbandono scolastico – ha aggiunto il Presidente della Commissione Istruzione Franco Binagli – è uno dei temi più importanti sui quali abbiamo lavorato intensamente fin dall’inizio. I numeri positivi da un lato ci confortano e dall’altro ci esortano ad aumentare il nostro impegno per ridurre ancor di più questo fenomeno tra i giovani della nostra provincia".

Comments are closed.