LAVORO. Inps: 55% dei disoccupati trova lavoro in meno di un anno

I quarantenni ritrovano più facilmente lavoro e il 55% dei disoccupati ha trovato un nuovo lavoro dipendente nel corso del 2009. Il mercato del lavoro dunque "ha dato segnali di vitalità, di dinamismo e di flessibilità forse inattesi". È quanto comunica il presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua: "Se sottraiamo coloro che sono andati in pensione durante il periodo di disoccupazione e coloro che hanno aperto una partita Iva, la percentuale di rioccupazione sale oltre il 57%".

Lo studio sui tempi di reimpiego condotto dall’Inps ha utilizzato un campione composto da 397.414 soggetti beneficiari di assegno di disoccupazione ordinaria non agricola a partire da gennaio 2009. A fine 2009 risultavano reimpiegati 217.343 disoccupati (circa il 55%) cui si devono aggiungere oltre 7.500 lavoratori che nel frattempo hanno raggiunto i requisiti per la pensione e almeno altre 10mila persone che hanno aperto una partita Iva. In totale, il 51% dei reimpieghi avviene nei primi tre mesi. La percentuale di chi ritrova lavoro è maggiore fra gli uomini (57%) che fra le donne (43%). Il maggiore dinamismo si presenta nella fascia d’età compresa fra 40 e 49 anni, nella quale la percentuale di reimpiego supera il 58%. Si ferma invece al 56,1% per gli under 39 anni e scende al 46,8% per gli over 50.

Comments are closed.