LAVORO. Istat: nel 2007 diminuisce il tasso di disoccupazione ma aumenta quello giovanile

Il tasso di disoccupazione del 2007 è sceso al 6,1 per cento rispetto al 6,8 per cento del 2006. La riduzione ha riguardato soprattutto il Mezzogiorno dove ha interessato sia gli uomini sia, più ampiamente, le donne. Per gli stranieri il tasso di disoccupazione si è attesto all’8,3 per cento. Sono alcuni dei dati resi noti oggi dall’Istat che ha pubblicato la Rilevazione sulle forze di lavoro relativa al IV trimestre del 2007 insieme ai principali risultati del 2007.

Nel quarto trimestre 2007 l’offerta di lavoro ha registrato, rispetto allo stesso periodo del 2006, un incremento dell’1,0 per cento (+ 254.000 unità). Rispetto al terzo trimestre 2007, al netto dei fattori stagionali, l’offerta di lavoro si è ridotta dello 0,3 per cento. Nello stesso periodo, il numero di occupati è risultato pari a 23.326.000 unità con una crescita su base annua dell’1,3 per cento (+ 308.000 unità).

"La dinamica dell’occupazione, in moderato rallentamento rispetto al precedente trimestre, ha potuto ancora una volta giovarsi del contributo fornito dai lavoratori stranieri immigrati (+ 201.000 unità), impiegati a tempo pieno o parziale – rileva l’Istat – Si è inoltre riaffermata nella popolazione italiana la permanenza nell’occupazione a tempo indeterminato delle persone con almeno 50 anni di età. In termini destagionalizzati e in confronto al terzo trimestre 2007, l’occupazione nell’insieme del territorio nazionale ha registrato una flessione pari allo 0,2 per cento. Il tasso di occupazione della popolazione tra 15 e 64 anni è aumentato di tre decimi di punto rispetto al quarto trimestre 2006, portandosi al 58,7 per cento".

Nel quarto trimestre del 2007 il numero di persone in cerca di occupazione è risultato pari a 1.655.000 unità, in calo del 3,1 per cento rispetto allo stesso periodo del 2006. Il tasso di disoccupazione si è posizionato al 6,6 per cento (6,9 per cento nel quarto trimestre 2006).

Ma è aumentato fra il 2006 e il 2007 il tasso di disoccupazione giovanile. "Dopo un biennio in discesa – rileva l’Istat – il tasso di disoccupazione giovanile è aumentato dal 22,6 per cento del quarto trimestre 2006, all’attuale 23,2 per cento. Rispetto al terzo trimestre 2007, al netto dei fattori stagionali, il tasso di disoccupazione è rimasto invariato".

Comments are closed.