LAVORO. L’Ue premia le buone pratiche per ridurre le malattie professionali

Nell’Unione europea il 25% dei lavoratori è affetto da mal di schiena e il 23% da dolori muscolari, entrambe forme di malattie professionali. Nell’ambito della campagna "Alleggerisci il peso" organizzata dall’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro, nove organizzazioni di 6 Stati membri sono state premiate per aver attuato buone pratiche di prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici, la forma di malattia professionale più diffusa in Europa.

Più di 500 delegati, tra cui responsabili politici dell’Ue, partner sociali ed esperti in materia di sicurezza sul lavoro, si sono riuniti oggi, 26 febbraio 2008, a Bilbao per fare il punto della situazione.

"I disturbi muscolo-scheletrici costituiscono la principale malattia di origine professionale in Europa" ha dichiarato Vladimir Spidla, il commissario europeo responsabile del lavoro, degli affari sociali e delle pari opportunità. "Questi disturbi affliggono milioni di lavoratori e rappresentano un costo equivalente all’ 1,6% del Pil. Non possiamo più permetterci di sprecare una parte del potenziale dell’Europa. Questa campagna – ha aggiunto Spidla – ha permesso una maggiore sensibilizzazione al problema e le buone pratiche ci aiuteranno a prevenire in futuro tali sofferenze".

La campagna "Alleggerisci il peso" ha cercato di promuovere un approccio integrato e si è inserita nell’ambito della nuova strategia comunitaria per la salute e la sicurezza sul lavoro (2007-2012) che mira a ridurre di un quarto gli incidenti di origine professionali nell’Unione.

Il rapporto presentato dall’Agenzia europea ha dato numerosi suggerimenti, come quello dell’introduzione di tempi di riposo supplementari per alcuni settori, e ha insistito sulla necessità di un approccio multidisciplinare che include misure organizzative, tecniche e individuali.

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.