L’Europa del 2009 punta sul cittadino

Il cittadino e l’Europa come protagonista mondiale, i cambiamenti climatici, la realizzazione della politica comune dell’immigrazione, la crescita e il lavoro. Queste le priorità al centro delle politiche del 2009 oggi presentate dalla Commissione Europea. "L’esecutivo Ue – ha detto il presidente José Manuel Barroso – continuerà ad impegnarsi per raggiungere risultati concreti per i cittadini. Intanto ci auguriamo di avere un nuovo modello istituzionale con l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona".

La Commissione ha inoltre trasmesso oggi al Parlamento Ue il Rapporto generale sull’attività dell’Unione, dalla firma del Trattato di Lisbona, all’allargamento dell’Ue a 27 Stati membri, dall’adozione degli obiettivi comuni per contrastare il cambiamento climatico all’adattamento alle sfide della mondializzazione.

L’anno 2007 verrà ricordato in particolar modo per la firma del nuovo Trattato di Lisbona avvenuta il 13 dicembre, a celebrare anche i 50 anni dei Trattati di Roma. Per rendere solenne questo cinquantesimo anniversario, i Presidenti del Parlamento Ue, del Consiglio e della Commissione, hanno inoltre firmato la "dichiarazione di Berlino", che proclama l’attaccamento dell’Unione europea ad un insieme di valori condivisi. Oltre all’ingresso di Romania e Bulgaria nell’Unione, il 2007 ha segnato per l’allargamento della zona euro alla Slovenia e dello spazio Schengen a 9 Stati membri. Un volume di circa 250 pagine, racchiude la nuova visione sociale dell’Europa del XXI° secolo. Sono 4 gli obiettivi strategici definiti dalla Commissione: prosperità, solidarietà, sicurezza e ruolo dell’Unione nel panorama mondiale.

Il Presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, ha dichiarato: "Il 2007 ha dotato i cittadini europei delle politiche, è stato un anno di risultati per l’Europa. Una nuova era politica ha visto il giorno". "Gli storici – ha aggiunto Barroso – ritengono senza dubbio che il 2007 è stato "l’anno dei trattati", in riferimento a questo viaggio che, durante 50 anni, ci ha condotti dai Trattati di Roma al Trattato di Lisbona.

Per maggiori informazioni sulla strategia annuale del 2009 cliccare qui

Comments are closed.