LIBERALIZZAZIONI. Benzina, sindacati: “Governo ci convochi o chiuderemo gli impianti per 48 ore”

Se il governo non convochera’ la categoria dei benzinai gli impianti stradali e autostradali chiuderanno per uno sciopero di 48 ore nella prima settimana di febbraio. Lo hanno deciso oggi -dopo la riunione per discutere sulle azioni comuni da attuare contro il processo di liberalizzazione del settore – i sindacati della categoria dei benzinai Fegica, Faib/Aisa e Figisc Confcommercio.

Le tre sigle sindacali hanno confermato la linea dello sciopero, sebbene con un ulteriore slittamento nella comunicazione delle date, "per consentire al governo – spiegano nella nota congiunta – di avviare in tempi brevissimi un confronto preventivo alla presentazione di qualsiasi testo normativo". Secondo le associazioni sindacali, "la distribuzione dei carburanti in Italia e’ uno dei pochi settori liberalizzati, sin dal 1998. Il disegno del governo – si legge nel comunicato – e’ scoperto e chiaramente funzionale a favorire l’assalto al mercato della ricca e potentissima lobby della grande distribuzione a condizioni che sinora nessun operatore ha avuto".

Comments are closed.