LIBERALIZZAZIONI. Benzinai, Garante: “Irregolare lo sciopero di 4 giorni”

La Commissione di garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali ha definito "irregolare" lo sciopero annunciato dai distributori di carburante per fine mese. Secondo l’autorità la serrata "viola il limite della durata massima (che non può superare le 72 ore), nonché quello dell’intervallo minimo (15 giorni) tra l’effettuazione di un’astensione collettiva e la proclamazione della successiva".

Lo stop era stato ieri confermato ed i benzinai avevano inoltre annunciato uno sciopero di 8 giorni consecutivi tra marzo ed aprile. Niente di fatto quindi in tema di accordi dall’incontro con il ministro dello sviluppo economico, Pierluigi Bersani.

Soddisfatto il il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) che chiede al governo di non cedere di fronte ai biechi ricatti delle corporazioni, i cui effetti ricadono negativamente e direttamente sui cittadini. L’associazione segnala nuovamente all’attenzione dell’Antitrust e della Guardia di finanza le dichiarazioni fatte ieri da Luca Squeri, presidente della FIGISC – ANISA (sindacato gestori carburanti della Confcommercio), che durante una trasmissione su Rai Utile (dedicata proprio al tema degli scioperi nei servizi essenziali), ha detto: "Abbiamo fatto diversi accordi tra noi gestori per contenere gli aumenti dei prezzi di carburante".

MDC invita quindi a verificare se questi accordi configurano o no la fattispecie del "cartello". "Sembra improbabile – afferma Antonio Longo, presidente del Movimento – che si siano fatti accordi solo per contenere gli aumenti e non per contenere anche i ribassi. In ogni caso è inaccettabile che continui a scendere il costo del greggio a barile (da oltre 70 a 50 dollari, quasi il 30% in meno) mentre i prezzi restano sostanzialmente fermi e si differenziano tra loro solo di 3 centesimi al massimo".

 

"Dalle rilevazioni riportate sul sito dell’Osservatorio Prezzi del Ministero dello Sviluppo Economico (www.maposserva.it) si riscontra come il prezzo consigliato al 29/12/2006 più basso è di 1,232 €/Lt, indicato dalle seguenti compagnie: ERG, TAMOIL, mentre il più alto è di 1,235 €/Lt, indicato dalle seguenti compagnie: API, ESSO, IP, SHELL, TOTAL. C’è il forte sospetto quindi che ci sia un cartello sia a livello di compagnie che a livello di gestori."

 

 

 

Comments are closed.