LIBERALIZZAZIONI. Decreto, regione Valle d’Aosta ricorre a Corte Costituzionale

La Giunta regionale della Valle d’Aosta ricorrerà alla Corte Costituzionale contro il "decreto Bersani". Lo ha anticipato oggi Luciano Caveri, Presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta, ribadendo che il provvedimento del Governo è «invasivo dell’ autonomia valdostana e lesivo del sistema regionale». Il ricorso sarà approvato dalla Giunta nel corso della riunione settimanale già convocata per venerdì prossimo. Del decreto sulla competitività la Regione contesta, tra l’ altro, la parte riguardante il divieto per le società regionali, le norme riguardanti la liberalizzazione della media e grande distribuzione commerciale, così come quelle relative alle libere professioni.

Comments are closed.