LIBERALIZZAZIONI. Domani incontro benzinai e Ministro. Consumatori a favore del confronto

Dopo lo sciopero dei giorni scorsi dei benzinai, domani l’incontro dei gestori con il Ministro Bersani. Intanto Adusbef e Federconsumatori fanno sapere di appoggiare la proposta per la vendita dei carburanti nella grande distribuzione e sostenere il confronto tra distributori e dicastero. "Infatti", sostengono Elio Lannutti e Rosario Trefiletti "vi è, da parte nostra, la massima condivisione rispetto al fatto che i grandi processi di riorganizzazione debbano vedere le parti sociali protagoniste di un’importante e serio confronto, anche perché la questione reale non riguarda solo la distribuzione nei grandi centri commerciali, ma la profonda innovazione dello stesso ruolo di gerente del distributore di carburante. Si tratta, infatti, di un settore che se innovato, allargando la vendita alla grande distribuzione, può comportare risparmi dell’ordine di 9-10 centesimi a litro di risparmio sui carburanti, pari a oltre 100 euro di risparmio sui pieni. Ma se il processo innovativo, come dovrebbe, coinvolgesse tutta la rete, vi sarebbe un ulteriore risparmio, sempre a litro di carburanti di altri 7-8 centesimi, pari a circa 90 euro di risparmio. In buona sostanza, il risparmio totale, solo per costi diretti, e senza calcolare i risparmi che il Paese avrebbe per una diminuzione dei costi indiretti, si attesterebbe attorno a 190-200 euro annui".

"Siamo rimasti esterrefatti – conclude la nota stampa congiunta delle due associazioni – di fronte al fatto che in una partita così delicata per i gestori e per il Paese, dopo lo sciopero dei due giorni consecutivi e prima dell’incontro con il Ministro che si terrà domani, si proclamino addirittura quattro giorni di serrata. A questo punto riteniamo che il tavolo, di fronte a tale insensibilità, non si debba aprire ed il Ministro, oltre a non ricevere le categorie interessate debba andare avanti in maniera determinata, considerando di avere dalla sua la grande maggioranza degli Italiani. Si sappia, inoltre, che a fronte di prolungate serrate che comportino disagi ai cittadini, le nostre Associazioni indiranno boicottaggi mirati e mensili per ogni marchio di benzina, a partire dal giorno successivo all’eventuale chiusura degli impianti".

 

Comments are closed.