LIBERALIZZAZIONI. Farmaci di fascia C, domani la manifestazione

"Approvare senza modifiche il d.d.l. Bersani 1644 permettendo la dispensazione di farmaci con obbligo di ricetta, alla presenza del farmacista, anche in esercizi diversi dalle farmacie permettendo la possibilità di sconti anche per i farmaci di fascia C con obbligo di ricetta": è quanto chiedono gli organizzatori della Manifestazione per la Libertà che si svolgerà domani a Roma. L’iniziativa è stata promossa da Movimento Nazionale Liberi Farmacisti (MNLF), Federazione Esercizi Farmaceutici (FEF), Associazione Nazionale Parafarmacie Italiane (ANPI) e Federazione Italiana Esercizi Farmaceutici (FIEF). Alla manifestazione hanno aderito Movimento Difesa del Cittadino, Federconsumatori, Adusbef, Codacons e Associazione Professionisti Laureati Europei.

"Liberalizzazione della società italiana" e "riforma liberale delle professioni" sono fra le richieste degli organizzatori. Secondo Federconsumatori e Adusbef, il mercato totale dei farmaci da banco e dei farmaci di classe C è di circa 5 miliardi di euro e il provvedimento avrà ricadute positive sulle famiglie: il precedente intervento sui farmaci da banco, calcolano le associazioni, ha prodotto una riduzione dei prezzi pari a circa il 20 per cento.

Comments are closed.