LIBERALIZZAZIONI. Farmaci fascia C, ieri l’incontro Farmacisti e Governo

I rappresentanti del Governo hanno espresso pieno apprezzamento per le proposte di ammodernamento del servizio farmaceutico avanzate dalle farmacie. E’ quanto dichiara Federfarma al termine dell’incontro che ha visto la partecipazione oltre che di Federazione, di FOFI e Assofarm, da un lato, e il ministro della salute Livia Turco e il sottosegretario allo sviluppo economico Filippo Bubbico, dall’altro.

Inoltre – fa sapere Federfarma – Turco e Bubbico hanno confermato la volonta’ del Governo di chiedere alla X Commissione del Senato l’accantonamento dell’articolo 2 del ddl Bersani-ter (vendita dei farmaci con ricetta negli esercizi commerciali) per individuare soluzioni alternative. L’ipotesi all’esame del Governo e’ quella di sostituire l’articolo 2 con il pacchetto di proposte avanzato dalle farmacie.

Più cauto il sottosegretario Bubbico che in una nota dichiara: "Sulle norme di liberalizzazione relative ai farmaci di fascia C l’approfondimento è in corso, ma la strada del cambiamento e della modernizzazione del sistema è ormai segnata. Non c’è nessuna rinuncia- rimarca – a procedere lungo la strada delle riforme nel rispetto dei principi di tutela della salute e di difesa degli interessi dei cittadini .Era già maturato nel corso dei lavori della Commissione Industria del Senato l’orientamento a discutere le questioni più complesse del disegno di legge sulle liberalizzazioni (Bersani – ter) e in particolare la vendita dei farmaci di fascia C da parte delle parafarmacie e la disciplina del trasporto ferroviario nella fase conclusiva dei lavori e ciò per offrire alla stessa Commissione il tempo necessario per sviluppare ogni utile approfondimento. Solo con questo obiettivo si è parlato di accantonamento che significa semplicemente esaminare la norma con maggiore calma".

Comments are closed.