LIBERALIZZAZIONI. Liberi Farmacisti, domani presidio davanti Ministero per lo Sviluppo Economico

"La decisione dei titolari di farmacia di scioperare ad oltranza a partire da domani 28 luglio è una decisione gravissima. Un ricatto per il Paese contrario alle più elementari regole democratiche. Un caso più unico che raro dove una parte della categoria professionale sciopera perché non vuole che il farmacista sia presente là dove è dispensato il farmaco". A dirlo è il Movimento Nazionale Liberi Farmacisti che spiegano: "I nostri iscritti sono pronti, se il Governo dovesse ritenerlo necessario, ad alleviare gli inevitabili disagi per i cittadino supportando le farmacie aperte o presenziando in farmacie d’emergenza". Domani dalle ore 11.30 il MNLF organizzerà un presidio davanti al Ministero per lo sviluppo economico a sostegno del Decreto Bersani.

 

Comments are closed.