LIBERALIZZAZIONI. Parafarmacie, CNCU: no al ddl Gasparri-Tomassini

"Il processo di liberalizzazione avviato dal Decreto Bersani rappresenta una pietra miliare nella storia del consumerismo italiano. Tornare indietro vuol dire cancellare un capitolo importante di storia nella tutela dei consumatori. È grazie a questo che i prezzi dei farmaci si sono abbassati del 10-20% e oltre 4.000 lavoratori hanno trovato impiego all’interno delle catene della grande distribuzione". E’ quanto afferma Antonio Longo, presidente del Movimento difesa del Cittadino, in rappresentanza di tutte le associazioni del Cncu che si sono riunite oggi. Le 17 Associazioni hanno apprezzato le parole del ministro Scajola che si è detto intenzionato a proseguire sulla via delle liberalizzazioni. La discussione ha riguardato in particolare il ddl Gasparri – Tomassini che di fatto abolirebbe la parafarmacie segnando un passo indietro rispetto alle liberalizzazioni Bersani.

Comments are closed.