LIBERALIZZAZIONI. Sciopero taxi, Movimento Consumatori deposita esposto alla Procura di Torino

Il Movimento Consumatori di Torino ha depositato oggi presso la Procura della Repubblica di Torino una denuncia-esposto in relazione all’astensione collettiva dal servizio pubblico dei taxi, effettuata in palese violazione della normativa sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali. Le astensioni, verificatesi a partire dal 2 luglio, sottolinea l’associazione, hanno infatti "paralizzato" completamente il servizio, causando evidenti disagi e danni alla collettività dei consumatori, tra cui anche categorie svantaggiate, come quella di alcuni portatori di handicap che godono gratuitamente del trasporto in taxi.

A prescindere da una valutazione di merito sulla fondatezza o meno delle ragioni degli scioperanti, l’associazione ricorda che "il servizio taxi è considerato servizio pubblico essenziale, in quanto volto a garantire il godimento del diritto costituzionale di libertà di circolazione". Per questo motivo i gestori del servizio sono tenuti a garantire l’erogazione delle prestazioni indispensabili (si pensi alla necessità di consegne urgenti in convenzione con ospedali,per esempio per il trasporto di plasma, di sangue) e a preannunciare lo sciopero con un preavviso minimo stabilito dalla legge. MC invita tutti gli utenti del "servizio taxi" danneggiati a contattare l’associazione al numero telefonico 011 5069546.

 

 

Comments are closed.