LIBERALIZZAZIONI. Turni taxi, Comune di Roma spiega come fare

Con il "Pacchetto Cittadino-Consumatore", approvato in via definitiva lo scorso 3 agosto dalla Camera dei Deputati, si prevedono nuove norme per i taxi tra cui turnazioni giornaliere integrative in aggiunta a quelle ordinarie, con assunzione di sostituti alla guida o collaboratori. In una nota il Comune di Roma spiega ai tassisti "comer fare", quali documenti servono e a chi rivolgersi per avere informazioni.

Con la delibera n. 493, approvata dalla Giunta Comunale il 4 settembre scorso, per fare più turni con la stessa vettura i tassisti autonomi possono: avvalersi di collaboratori familiari; assumere un lavoratore dipendente oppure operare tramite un contratto di gestione.

Per poterlo fare – spiega la nota – i tassisti dovranno fornire all’Ufficio Taxi del Comune di Roma un atto costitutivo dell’impresa familiare – nel caso in cui vogliano avvalersi di un collaboratore familiare, una copia del contratto di lavoro nel caso in cui vogliano assumere un lavoratore dipendente, oppure una copia del contratto di gestione per chi opera con contratto di gestione. I sostituti, a loro volta, per poter effettuare servizio dovranno essere iscritti al "ruolo di conducenti dei veicoli o natanti adibiti ad autoservizi pubblici non di linea" presso la Camera di Commercio.

L’Ufficio Taxi del Comune di Roma si trova in via di Capitan Bavastro 94 ed riceve il lunedì e il martedì dalle 9 alle 12 e il giovedì dalle 9 alle 16,45. Per contattare l’ufficio telefonicamente è possibile chiamare i numeri: 06-671070764, 06-671070761, 06-671070763, 06-671070765; per inviare un fax è necessario comporre lo 06-5740033.

Comments are closed.