La plenaria del Parlamento Europeo

Lunedì 3 aprile la seduta inizia alle 17.00. Tra i punti principali all’ordine del giorno dell’Assemblea, la relazione di Anne LAPERROUZE (UDF/FR, ALDE) sulla proposta di decisione che suggerisce orientamenti per le reti transeuropee nel settore dell’energia.

Seguirà poi la relazione presentata da Alain LIPIETZ (Verdi/FR, Verdi/ALE) sul rapporto annuale della Commissione (2004) sulla politica di concorrenza. Il Parlamento si esprimerà circa l’opportunità che la Commissione chiarisca le relazioni «talora oscure» tra le autorità nazionali della concorrenza e i "campioni nazionali". I deputati pongono l’accento sull’interesse del consumatore e si dicono preoccupati del fatto che i mercati del gas e dell’elettricità non siano ancora pienamente liberalizzati. In quest’ambito si chiede che siano attribuiti maggiori poteri al Parlamento.

L’agenda della plenaria prevede poi in discussione congiunta le relazioni di David HAMMERSTEIN MINTZ (Verdi/ES, Verdi/ALE) e Michael CASHMAN (Lab./UK, PSE) sulle misure di apertura e di trasparenza delle Istituzioni. In particolare l’apertura al pubblico delle riunioni del Consiglio quando agisce in qualità di legislatore ed un più agevole accesso del pubblico ai documenti. L’obiettivo è di responsabilizzare maggiormente le istituzioni e avvicinare i cittadini all’Europa.

La giornata si concluderà con la discussione sulla dichiarazione della Commissione sulla situazione dei rifugiati a Malta. Nei giorni scorsi, una delegazione del Parlamento si era recata sull’isola per verificare le condizioni dei centri di accoglienza maltesi. La fatiscenza dei centri e le condizioni igieniche e di vita sono state ritenute intollerabili dai deputati che hanno anche stigmatizzato i tempi eccessivamente lunghi di detenzione.

Martedì 4 aprile, la sessione si apre alle 9.00 con la votazione sulle richieste di applicazione della procedura d’urgenza. In particolare si procederà all’esame della richiesta della Commissione di adottare misure urgenti ed eccezionali volte a sostenere il mercato avicolo in questo particolare momento di crisi dovuto al propagarsi dell’influenza aviaria fra i paesi membri e i paesi confinanti dell’UE che ha portato ad un crollo dei consumi e dei prezzi mettendo in serie difficoltà gli allevatori.

A seguire, la discussione congiunta sulle relazioni di José Manuel GARCÍA MARGALLO Y MARFIL (PP/ES, PPE/DE) e di Magda KOVÁCS (MSZP/HU, PSE), sulla situazione dell’economia europea e gli indirizzi di massima per le politiche economiche e occupazionali degli Stati membri. Le proposte dei deputati per aumentare la competitività europea e garantire l’occupazione sono: bilanci sani, revisione dei regimi fiscali, sostegno alle PMI e misure a favore del capitale umano. Occorre poi stimolare la ricerca, gli investimenti nelle infrastrutture dei trasporti e la realizzazione di un mercato unico dei servizi, anche finanziari.

L’Assemblea esaminerà quindi la relazione di Csaba ŐRY (FIDESZ-MPSZ/HU, PPE/DE) che propone l’abolizione delle misure transitorie applicate per limitare l’accesso dei lavoratori dei nuovi Stati membri ai mercati del lavoro dei "vecchi", evidenziando che tali misure possono favorire il lavoro nero, e ribadendo la necessità di garantire la parità di trattamento ai lavoratori migranti e l’accesso alle informazioni circa i loro diritti fondamentali.

Seguiranno le relazioni di Hannu TAKKULA (KESK/FI, ALDE) sul programma "Cittadini per l’Europa" (2007- 2013) e di Christa PRETS (SPÖ/AT, PSE) riguardante il progetto "Capitali Europee della Cultura" (2007-2019).

L’Aula sarà chiamata in seguito a sottoscrivere gli accordi raggiunti in conciliazione in merito a un regolamento e a una direttiva volti a ridurre le emissioni di gas fluorurati per lottare contro il riscaldamento globale e rispettare gli obiettivi assunti con il Protocollo di Kyoto. Si affronterà anche la questione dell’etichettatura dei prodotti contenenti tali gas. La discussione sarà introdotta dalla relazione di Avril DOYLE (FG/IE, PPE/DE).

Dalle 12.00 alle 13.00 si svolgeranno le votazioni.

Nella plenaria del pomeriggio, l’Assemblea esaminerà quattro relazioni in discussione congiunta: della on. Monica FRASSONI (Verdi/I, Verdi), sul controllo dell’applicazione del diritto comunitario (2003-2004), dell’on. Bert DOORN, (CDA/NL, PPE-DE], sull’applicazione del principio di sussidiarietà; dell’on. Arlene McCARTHY (Lab/UK -PSE) sull’impatto della legislazione vigente in materia di mercato interno e dell’on. Giuseppe GARGANI (FI/I, PPE-DE] sulla strategia di semplificazione del processo legislativo. I deputati chiedono maggiore celerità e severità da parte della Commissione nel verificare la corretta applicazione della legislazione comunitaria nonché maggiori diritti per i cittadini.

Alle 17.00 il Commissario Charlie McCREEVY farà una comunicazione sulla nuova proposta di direttiva sulla liberalizzazione dei servizi nel mercato interno che la Commissione avrà presumibilmente adottato quello stesso giorno e che verrà sottoposta al Consiglio a fine aprile.

Mercoledì 5 aprile, la plenaria si apre alle 9:00 con una dichiarazione del Presidente Josep BORRELL sulle prospettive finanziarie a seguito del quarto trilogo. La controversia tra il Parlamento europeo e le altre Istituzioni in merito alle prospettive finanziarie 2007-2013 rischia di acuirsi. Se il prossimo trilogo non produrrà i risultati sperati, il Parlamento potrebbe adottare una risoluzione che denuncia l’attuale accordo interistituzionale. I deputati confermano tuttavia la volontà di giungere ad una soluzione.

Al discorso del Presidente BORREL seguirà la relazione del Consiglio Europeo sulle sfide individuate dai capi di Stato e di Governo cui l’UE deve assicurare assoluta priorità: riduzione della disoccupazione, incremento della produttività e aumento del potenziale di crescita. Il Consiglio comunicherà gli esiti del vertice ed esporrà la definizione di una nuova politica energetica europea, nonché le misure per rilanciare crescita ed occupazione (Strategia di Lisbona). Dopo le dichiarazioni della Presidenza in carica dell’UE e della Commissione si aprirà il dibattito sui risultati del Vertice.

Dalle 11:30 alle 12:00 si svolgeranno le votazioni.

Dopo le votazioni il Parlamento si riunirà in seduta solenne per ascoltare l’allocuzione del Presidente della Repubblica di Malta Edward FENECH-ADAMI.

La seduta pomeridiana inizierà con una dichiarazione dell’alto Rappresentante per la Politica Estera e di Sicurezza comune, Javier SOLANA sulla situazione in Medio Oriente dopo le elezioni in Israele. Il Consiglio e la Commissione si pronunceranno poi sulle elezioni in Bielorussia e sulle elezioni in Ucraina.

Il punto principale all’ordine del giorno della seduta notturna sarà la discussione congiunta su due relazioni dell’on. Michael CASHMAN (Lab/UK; PSE] relative a un regime semplificato dei controlli delle persone alle frontiere esterne. Il Parlamento europeo si pronuncerà in prima lettura sulla proposta che introduce un riconoscimento unilaterale degli Stati membri di determinati documenti di soggiorno rilasciati da Svizzera e Liechtenstein.

Giovedì 6 aprile, la seduta inizia alle 10.00 con l’esame della relazione di Thierry CORNILLET (Udf/F, ALDE) sui lavori dell’Assembla parlamentare paritetica ACP-UE. Seguirà la relazione di Margrietus van den BERG (PvdA/NL, PSE), sull’efficacia dell’aiuto e la corruzione nei paesi in via di sviluppo.

Alle 12.00 avranno luogo le votazioni.

Alle 16.00 l’Assemblea si riunirà per discutere sui casi di violazione dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto. Le eventuali proposte di risoluzione sull’argomento saranno poste in votazione al termine delle discussioni.

 

Comments are closed.