Lavoro. Movimento Difesa del Cittadino apre lo sportello mobbing

Un milione e mezzo di lavoratori su 21 milioni di occupati in Italia sono vittime del mobbing (monitoraggio Ispesl). In Europa le persone vittime di vessazioni sul posto di lavoro sono circa 12 milioni pari all’8% degli occupati (sondaggio Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro).

Per questo, in occasione della Festa del Lavoro il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) inaugura lo Sportello Mobbing a Roma: è la prima volta che un’associazione di consumatori promuove uno sportello dedicato a coloro che nel posto di lavoro devono subire attacchi ripetuti nel tempo dal datore di lavoro o dai colleghi.

A partire dal Primo Maggio tutti i lavoratori vittime del mobbing potranno rivolgersi agli esperti dell’associazione il martedì e il giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 telefonando al numero 06/45471055 (o 347/2203229) o inviando un’e-mail all’indirizzo marilenapanariello@mdc.it.

"Il lavoratore mobbizzato, provato emotivamente e fisicamente, rischia di commettere passi falsi che possono compromettere maggiormente il suo benessere – spiega Marilena Panariello, responsabile dello Sportello Mobbing del Movimento Difesa del Cittadino – La prima cosa da fare è quella di non prendere decisioni irreversibili. Qualunque decisione (dimissioni per disperazione o accettazione di prepensionamenti forzati, ecc.) si intenda assumere sotto la spinta dell’emozione, si rivelerà in futuro insoddisfacente. È importante, inoltre, che il mobbizzato ponderi attentamente i provvedimenti che intende adottare, magari facendosi preventivamente aiutare da un medico e da strutture di consulenza legale come il nostro Sportello".

 

Comments are closed.