Liberalizzazioni, aprono i Corner della salute di Coop

Gli ipermercati Coop si preparano all’apertura dei Corner della Salute. Nel giro di un paio di settimane, infatti, le Coop daranno seguito alle previsioni del Decreto Bersani (ormai Legge) sulle Liberalizzazioni aprendo negli ipercoop di Carpi, Ferrara e Bari altrettanti punti vendita dei farmaci da banco. Entro ottobre 2006 i punti vendita raggiungeranno quota 26 per arrivare a circa 150 per la fine del 2007. Un progetto ambizioso che culminerà, attraverso opportune partnership con aziende farmaceutiche, con l’offerta di prodotti a marchio Coop (l’aspirina Coop).

"La nostra campagna sulle liberalizzazioni dei farmaci da banco è partita otto mesi prima rispetto al Decreto sulle Liberalizzazioni – spiega Aldo Soldi, presidente Coop-Ancc durante la presentazione del prototipo del corner che si è tenuta questa mattina a Roma – ed ha avuto fin da subito l’avallo di migliaia di consumatori. Per questo abbiamo apprezzato sia l’interesse sull’argomento mostrato dall’Unione sia il Decreto stesso che, crediamo, non penalizzerà nessuna categoria produttiva ma, semmai, creerà vantaggi per i consumatori".

Integrare i servizi offerti dalle farmacie; fornire sicurezza ai cittadini ad un prezzo vantaggioso sono i tre obiettivi del progetto Coop che in concreto si realizzano attraverso l’apertura dei Corner: uno spazio (circa 10 mq) ben definito ed identificabile da un colore verde – turchese con sfumature fluorescenti e dall’insegna luminosa che segnala il Presidio Sanitario. Il progetto Coop prevede la presenza del farmacista anzi, i prodotti saranno tutti esposti alle spalle del farmacista e l’acquisto si concluderà all’interno del corner. Per meglio tutelare la salute e la sicurezza dei consumatori il progetto prevede anche la realizzazione di una campagna di informazione sul corretto uso dei farmaci, che si avvarrà della consulenza di prestigiosi Istituti di Ricerca.

Per quanto riguarda i prezzi dei circa 300 prodotti tra farmaci OTC e SOP disponibili nella fase iniziale del progetto, Coop stima che lo sconto medio sarà del 25%, più alto del limite massimo previsto dal Decreto Storace approvato in CdM nel maggio 2005.

 

Comments are closed.