Liberalizzazioni: l’Italia è esempio. Sostegno della Kuneva

"L’Italia e’ un esempio nel processo di liberalizzazioni e tutela dei consumatori", ha detto Kuneva al termine dell’incontro che si è tenuto questa mattina a Roma in occasione del primo viaggio dopo la recente nomina a Commissaria europea. L’occasione si inserisce nell’ambito della celebrazioni del 50° anniversario della firma dei Trattati di Roma

Il Commissario Ue ha espresso "il pieno sostegno" all’iniziativa portata avanti dal nostro governo su questa strada in quanto le politiche per i consumatori "sono centrali – ha spiegato – per creare un’Europa sempre piu’ competitiva e attenta alle necessita’ dei cittadini". Ho intenzione, ha spiegato Kuneva, "di proteggere i consumatori in modo efficace, rafforzandone il potere, migliorandone il benessere economico – e sono contenta di aver condiviso le opinioni con il ministro e di aver trovato una posizione comune".

"Abbiamo illustrato – ha detto Bersani – tutto quello che stiamo facendo, le battaglie che stiamo affrontando, le vittorie già acquisite e le norme che sono all’esame del Parlamento. Per segnalare l’appoggio di una politica che la commissaria sta sostenendo a favore dei consumatori". Anche in Italia "questa è la nostra ottica. E possiamo fare la nostra parte a livello europeo", ha concluso il ministro.

Credito al consumo e acquisti on line sono stati i temi in discussione. Ma anche la necessità di rivedere la direttiva sulle multiproprietà, dietro la quale, spiega Bruxelles, spesso si nascondo truffe per i consumatori.

Sul tema della Collective redress, (ricorso collettivo) che la Commissaria ha presentato la settimana scorsa come punto strategico della Strategia per i Consumatori 2007-2013, Bersani ha detto che "siamo pronti ad appoggiare l’iniziativa europea, mentre portiamo avanti la nostra.. L’obiettivo, secondo Bersani, è quello di puntare a un modello squisitamente europeo che dunque si differenzi dagli strumenti messi in campo dal diritto anglosassone negli Stati Uniti. "Saremo entusiasti – ha affermato il ministro – di costruire un punto di vista europeo, non americano. Penso che il dibattito sul nostro Ddl possa essere utile per approfondire la questione a livello europeo. Noi – ha concluso – diamo un sostegno forte".

La stessa Commissaria ha voluto ribadire come ”Class action sia un termine molto americano, che non e’ quello che sta perseguendo l’ Europa. Se usiamo il termine collective redress e’ molto piu’ appropriato. Tale forma di azione a tutela dei consumatori infatti presenta, spiega Kuneva, un aspetto preventivo che e’ molto importante, soprattutto nel settore dei servizi e della sanità".

Per presentare la sua nuova strategia sulla politica dei consumatori europea la commissaria Kuneva incontrerà a Roma Francesco Rutelli, Vicepresidente del Consiglio dei ministri e Ministro dei beni e delle attività culturali, Emma Bonino, Ministro per le politiche comunitarie e il commercio internazionale, Alessandro Ortis, Presidente dell’Autorità per l’Energia e Gas, i Rappresentanti dell’Associazione bancaria italiana (ABI). La Commissaria avrà anche un incontro dibattito con i rappresentanti delle organizzazioni dei consumatori.

 

Comments are closed.