Liberalizzazioni, lettera delle associazioni a Kiprianou

Le associazioni dei consumatori: Adiconsum, Adusbef, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Codici, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori hanno inviato una lettera al Commissario europeo Markos Kiprianou a sostegno dei provvedimenti di liberalizzazione del Governo italiano.

La lettera – che riportiamo interamente di seguito – è stata inoltrata questa mattina anche al Ministro Pierluigi Bersani e al Presidente Romano Prodi.

"Gentile Signor Commissario,
il Consiglio dei Ministri nella riunione del 30 giugno 2006 ha approvato importanti provvedimenti di promozione della concorrenza e dei diritti consumatori.
In particolare, si interviene sulla vendita dei farmaci da banco, sulle licenze dei taxi, sull’esercizio delle libere professioni, le tariffe assicurative, l’introduzione della class action, la regolamentazione dei servizi pubblici locali.

Le associazioni di consumatori che sottoscrivono questa lettera hanno apprezzano molto le scelte del Governo Prodi, che intaccano sensibilmente consolidate rendite di posizione, favoriscono la liberalizzazione dei servizi e si traducono in immediati vantaggi per i consumatori oltre che in opportunità di nuova occupazione.
Questa politica nuova del Governo italiano è in perfetta sintonia con le politiche comunitarie, in particolare con la strategia di Lisbona 2000, nella quale rientrano tutte le azioni per la crescita economica e per l’occupazione.

Riteniamo opportuno sottoporre alla Sua attenzione questi provvedimenti, che Le alleghiamo in sintesi, perché siamo certi che possano aiutare il nostro Paese a realizzare quelle politiche di liberalizzazione che sono nel programma della Commissione per la costruzione di un mercato unico veramente aperto."

Comments are closed.