MADE IN ITALY. Coldiretti denuncia: “Latte francese su treni alta velocità”

Nei nuovi treni ad alta velocità di Trenitalia è servito a colazione latte francese per macchiare il caffè con un comportamento autolesionistico che non fa onore a un Paese che dovrebbe cogliere l’occasione straordinaria del viaggio in ferrovia per valorizzare e promuovere i propri migliori prodotti. E’ quanto denuncia Coldiretti in riferimento alle confezioni monodose di latte "President" prodotte in Francia e distribuite anche nel tragitto ferroviario tra Roma e Napoli a bordo del nuovo treno ad Alta Velocità di Trenitalia, che ha recentemente annunciato un sostanziale e generalizzato rincaro dei biglietti.

Si tratta – sottolineano i coltivatori – di una evidente contraddizione con la necessità di migliorare i servizi offerti poiché la produzione nazionale di latte è in grado di garantire livelli qualitativi, sanitari e di freschezza unici per soddisfare le esigenze dei viaggiatori e dei turisti più attenti. Lo dimostra il fatto – continua la nota – che il latte nostrano è l’elemento di base di una produzione casearia unica al mondo con 32 formaggi a denominazione di origine a partire da Parmigiano Reggiano, Grana Padano, Gorgonzola, Asiago, Fontina e Provolone. Specialità che – precisa Coldiretti – hanno permesso al Made in Italy alimentare di conquistare la leadership europea per tipicità e qualità. C’è la necessità di recuperare competitività con una strategia promozionale nazionale complessiva a sostegno del Made in Italy che sappia ottimizzare l’impiego delle risorse pubbliche a vario titolo distribuite.

La perdita di occasioni promozionali uniche a vantaggio di Paesi concorrenti è particolarmente grave – conclude la Coldiretti – per una impresa che fonda sull’italianità il proprio di rilancio e che potrebbe offrire un contributo concreto alla produzione lattiero casearia nazionale ed evitare la chiusura di migliaia di stalle.

 

Comments are closed.