MDC chiede tavolo con Agcom su portabilità e retention

In prossimità della discussione del ricorso Agcom al Consiglio di stato sui tempi della number portability, il Movimento Difesa del Cittadino chiede che venga rapidamente convocato dall’Autorità delle comunicazioni un tavolo con le associazioni dei consumatori e le aziende. "Nelle more della decisione del Consiglio di stato, che potrebbe richiedere lunghi tempi tecnici, milioni di utenti si trovano in una situazione di incertezza e di mancanza di garanzie sui tempi del trasferimento del numero di telefonia mobile".

"L’importante – dichiara Antonio Longo presidente di MDC – è invece che ci sia questa certezza (anche 7-8 giorni possono essere accettabili, purchè la mancata osservanza venga sanzionata pesantemente), che inoltre permette all’utente sia di utilizzare l’eventuale credito residuo, prima di passare al nuovo gestore scelto, sia di valutare eventuali proposte di retention da parte del gestore che si vuole abbandonare".

Secondo MDC anche questo aspetto deve essere discusso dal tavolo Agcom-associazioni-aziende, "superando l’attuale divieto che viene sostanzialmente violato da tutti i gestori e garantendo invece all’utente che eventuali offerte di bonus da parte del gestore che si vuole abbandonare vengano formalizzate con una proposta scritta (email, fax o altro), impegnando quindi l’azienda". "Troppo spesso infatti – conclude Longo – si lamentano promesse non mantenute fatte dai gestori al momento della retention e poi dimenticate una volta che l’utente ha rinunciato al trasferimento".

Comments are closed.