MINORI. Adozioni internazionali, da oggi attivo Numero Verde per famiglie e operatori

Crescono in Italia le adozioni di bambini stranieri: nel 2007 sono state 3.420, la cifra più alta registrata negli ultimi otto anni. Lo rende noto la Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI), in base ai dati aggiornati al 31 dicembre dello scorso anno. Per aiutare le coppie e gli operatori a conoscere le norme in vigore, avere consulenze e ricevere informazioni sull’argomento, da oggi è operativo il Numero Verde 800.002.393, attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13. Oltre alla linea telefonica, è inoltre disponibile l’indirizzo di posta elettronica LINEACAI@palazzochigi.it ed il fax 0667792167.

Secondo il Presidente della CAI e Ministro delle politiche per la famiglia, Rosy Bindi, il record di adozioni internazionali costituisce "un risultato molto positivo, soprattutto perché – afferma il Ministro – molti dei Paesi da cui in passato erano arrivati più bambini hanno invece registrato delle flessioni, se non addirittura delle chiusure. Penso alle difficoltà che si stanno verificando nei paesi dell’Est e al capitolo Bielorussia. Ma questo risultato ci dice anche – ha aggiunto il Ministro Bindi – che il nostro sistema di adozioni internazionali è affidabile, merito dello sforzo congiunto che si è fatto per esplorare Paesi nuovi e per risolvere le criticità man mano che si presentavano. Siamo fiduciosi anche per il futuro: è praticamente pronto l’accordo con la Federazione Russa e si sta definendo anche l’importante "Intesa Africa",che ci permetterà di avviare una limpida collaborare con molti Stati di un continente che per il nostro Paese rappresenta una novità in tema di adozioni".

Queste le risorse impiegate dal Ministero: "sedici milioni e 500mila euro – si legge nella nota – stanziati a fine 2007 per rimborsare, con un bonus di 1200 euro, le spese sostenute in Italia da circa 14mila coppie, e 30 milioni di euro destinati complessivamente a questo settore per il 2008. Misure che renderanno praticamente gratuita l’adozione internazionale". Al fine di assicurare maggiore efficienza e qualità, il Ministro Bindi invita i vari enti autorizzati nel campo dell’adozione ad attuare forme di coordinamento fra loro, anche riducendo il numero complessivo di soggetti che operano nel settore.

Comments are closed.