MINORI. “Anno Zero”, Consiglio Nazionale Utenti “sconcertato” su immagini Gay Pride

Si definisce "sconcertato" il Consiglio Nazionale degli Utenti in riferimento alla puntata del programma televisivo "Anno Zero", trasmessa l’ 8 marzo 2007 intorno alle ore 21.30, per alcune immagini riferite al Gay Pride del 2000, che evidenziano aspetti morbosi della omosessualità, mettendo in ludibrio la persona umana. Per questo il Consiglio chiede sanzioni adeguate dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Ciò che più si vuole comunque evidenziare – si legge in una nota – è la tipologia di inchiesta giornalistica che punta sulla spettacolarizzazione degli orientamenti sessuali, indugiando su aspetti morbosi in palese violazione del Codice di autoregolamentazione Tv e Minori, che vieta diffusione di programmi che possano nuocere allo sviluppo dei minori, che facciano ricorso gratuito al turpiloquio ed alla scurrilità e che offendano le confessioni e i sentimenti religiosi.
Il Consiglio ricorda che la trasmissione di tali immagini non è stata preceduta, così come previsto dall’art. 2, comma 3, del succitato Codice, dall’annuncio che la trasmissione non è adatta agli spettatori più piccoli.

Comments are closed.