MINORI. Arrivano i kidget di Amnesty per difendere i diritti dei bambini

Arrivano i "kidget" di Amnesty International sui diritti umani. Di cosa si tratta? Di colorate applicazioni digitali che ogni bambino e bambina può incollare nella propria pagina personale su www.mypage.it, il primo social network con Parental Control in Italia. Registrandosi, gratuitamente, a mypage.it gli utenti creano il loro profilo personale, scelgono un avatar ed esprimono la loro personalità decorando la loro pagina web con tante applicazioni: giochi, video, disegni da colorare, paper toys da scaricare, sondaggi, ecc.

Su mypage.it gli utenti possono trasferire online la loro rete di amicizie reali; per diventare amico di un bambino o di una bambina bisogna conoscere la sua parola magica, che può essere scambiata soltanto nella vita reale. Grazie al Parental Control i genitori possono monitorare in ogni momento tutte le attività online dei loro figli e sapere chi sono i loro amici sul social network.

Attraverso i kidget i bambini possono approfondire la conoscenza dei diritti umani, riflettere sulla loro importanza e agire concretamente per la loro difesa. Ad esempio il kidget ‘I nostri diritti’ presenta alcuni articoli della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e permette di scaricare il ‘Passaporto dei diritti’ da ritagliare e colorare. Attraverso un’altra applicazione digitale, ‘Azioni Urgenti Kids’, i bambini e le bambine sono invitati a impegnarsi in prima persona per la difesa dei diritti umani dei loro coetanei, partecipando a un’azione urgente di Amnesty International. I casi di violazione sono presentati in un linguaggio semplice, facilmente comprensibile anche grazie alla presenza di brevi testi di approfondimento e un glossario che spiega i termini più difficili.

Comments are closed.