MINORI. Centro adozioni: aumentano i bambini che trovano una nuova famiglia a Firenze

Ottantasette bambini adottati di cui 60 stranieri (dal 2003), oltre mille coppie che hanno chiesto informazioni e 380 quelle che hanno presentato domanda di adozione al Tribunale per i minorenni sin dal 2002 anno di nascita del Centro per le adozioni. Sono questi alcuni dati sull’adozione in città emersi dal bilancio dell’attività del Centro del Comune di Firenze illustrato oggi dall’assessore alla pubblica istruzione e alle politiche per l’infanzia Daniela Lastri.

Nato nel 2002 grazie a un accordo di programma fra la Regione Toscana, i comuni e le Aziende sanitarie di tutto il territorio regionale, sono stati istituiti quattro centri adozioni: Pisa, Prato, Siena oltre a Firenze che è competente per tutti i comuni della Provincia escluso la zona dell’Empolese. Inoltre, dal prossimo mese di settembre il Centro si avvarrà anche di un nuovo servizio offerto alle famiglie, il progetto di sostegno post-adottivo. Un progetto primo in Italia e necessario all’inserimento del bambino nel nuovo nucleo familiare.

"L’attività del Centro è fondamentale per tutte le coppie che intendono intraprendere il percorso dell’adozione – ha spiegato l’assessore Lastri -: queste vengono sostenute e accompagnate in questa nuova e impegnativa esperienza da psicologi e da assistenti sociali. Il Centro del Comune di Firenze ha rapporti con gli enti autorizzati e svolge incontri periodici di informazione. Il nuovo progetto sul post-adottivo – ha continuato l’assessore – ha un carattere innovativo per la sua valenza preventiva e nasce da una pratica condivisa tra operatori. Inoltre rafforza i rapporti di comunicazione fra le coppie".

Gli incontri per i gruppi del servizio post-adottivo si svolgeranno mensilmente e i gruppi saranno formati indicativamente da 7-9 coppie. Gli incontri avranno una durata di circa due ore e si svolgeranno la mattina del sabato. L’attività di gruppo si articolerà nel corso di un anno dal suo inizio. Sarà favorita la partecipazione ad uno stesso gruppo da parte di coppie residenti nello stesso distretto.

I nuovi gruppi saranno formati ogni sei mesi e saranno seguiti da un assistente sociale e uno psicologo nel ruolo di facilitatori e promotori di processi relazionali. Molte e importanti le attività del centro adozioni: dall’organizzazione di corsi di preparazione per aspiranti genitori che intendono adottare un bambino condotti da assistenti sociali e psicologi, alla preparazione di incontri con gli enti autorizzati per l’adozione internazionale per conoscere le procedure, la normativa e l’organizzazione dei Paesi stranieri.

Ma anche attività di formazione per gli operatori pubblici e la promozione di ogni iniziativa, utile a far circolare le informazioni sulle tematiche di carattere generale sull’adozione, ed infine acquisire tutti gli elementi utili, in collaborazione con il Tribunale dei Minorenni, per la valutazione all’idoneità degli aspiranti genitori all’adozione. Tutte le attività del Centro per le adozioni vengono organizzate ed offerte alle coppie prima della presentazione della domanda al Tribunale per i Minorenni.

Per quanto riguarda i dati, a partire dall’anno dell’apertura del Centro ad oggi (dati al 31 maggio 2006 e riferiti solo alla città di Firenze) sono state 1.091 le coppie che hanno chiesto informazioni sull’adozione, 396 quelle che hanno richiesto un primo colloquio e 184 quelle che hanno partecipato ai corsi di preparazione. Dal 2002 alla fine di maggio 2006 le domande di adozione a Firenze sono state 380 e, sempre nello stesso periodo 87 sono i bambini adottati: 60 con adozione internazionale e 27 con quella nazionale. Rimanendo sui dati delle adozioni internazionali, la maggior parte dei bambini (26) provengono da paesi europei (Federazione Russa, Ucraina, Repubblica Ceca, Lituania, Macedonia); a seguire l’Asia con 15 adozioni (da India, Cambogia, Burkina Fasu, Filippine e Nepal), il Sud America con 10 (Brasile, Perù, Cile, Bolivia, Colombia) e l’Africa con 8 bambini (Burkina Fasu, Kenia, Etiopia). Ogni Paese richiede documentazioni diverse ed il Centro per le adozione aiuta a fare chiarezza anche in questo.

La maggior parte di famiglie che fa richieste del percorso di adozione sono coppie con un livello di istruzione medio-alta, e l’età media è attorno ai 40 anni. Inoltre, la maggior parte di coloro che intendono adottare un bambino non ha figli. Se poi analizziamo i dati dell’ultimo anno, si evidenzia l’aumento delle coppie di aspiranti genitori che hanno chiesto informazioni: erano 289 nel 2005 rispetto ai 279 del 2004 e sono state 108 nei primi cinque mesi del 2006.

In crescita anche il numero delle coppie che hanno richiesto un primo colloquio informativo: nel 2004 gli incontri sono stati 114, l’anno scorso 118 e da gennaio a fine maggio di quest’anno 51. In controtendenza invece il dato relativo alle domande di adozione presentate al Tribunale: nel 2004 erano state 92 le coppie che avevano avanzato la richiesta, nel 2005 erano salite a 107 ma i primi cinque mesi di quest’anno si sono fermate a quota 34. Segna invece un segno positivo il dato delle coppie che hanno partecipato ai corsi di preparazione organizzati dal centro: se nel 2005 era stato registrato un calo rispetto al 2004 (56 a fronte di 64), il 2006 si caratterizza per adesso per un nuovo incremento con 41 coppie nei primi cinque mesi. Se poi viene analizzato l’andamento delle adozioni negli ultimi anni, emerge un lieve ma costante aumento dei bambini che hanno trovato una nuova famiglia a Firenze, passati dai 21 del 2003 ai 25 del 2005 fino ai 18 dei primi cinque mesi di quest’anno.

Tra questi si segnala una tendenza all’incremento dei bambini stranieri e una sostanziale stabilità nel numero di quelli italiani. Da questi dati emerge che le attività del Centro Adozioni hanno centrato l’obiettivo, che è il sostegno alla decisione consapevole, in quanto il numero delle coppie che decide di proseguire il percorso adottivo, dopo una fase di informazione e preparazione, risulta costante.

Tutte le informazioni sulle adozioni nazionali e internazionali sono disponibili presso il Centro adozioni in via Palazzuolo 12 che è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14 il martedì e giovedì anche dalle 14.30 alle 17.30. Chi desidera avere più informazioni, può fissare un appuntamento telefonando allo 055/2616416 il martedì dalle 14.30 alle 17 e il giovedì dalle 9.30 alle 12.30. Oppure si può consultare la rete civica del Comune di Firenze. È anche possibile inviare un’e-mail all’indirizzo centro.adozioni@comune.fi.it.

Comments are closed.