MINORI. Coop: dal primo gennaio stop alla vendita di alcolici ai minorenni

Niente alcolici ai minorenni. È la decisione assunta dalla Coop che dal primo gennaio interromperà la vendita di alcolici ai minori di diciotto anni. Davanti a un giovane che sembra minorenne, i punti vendita chiederanno di esibire un documento d’identità e in caso di conferma chiederanno di lasciare la bevanda alcolica in cassa. Ad annuciarlo è la Coop: "La decisione – afferma una nota – nasce dalla volontà di non assistere impotenti a una minaccia per la salute di tutti e in particolar modo per i giovanissimi, malgrado non esista ancora una legge in materia".

"Con questa decisione – spiegano dunque dalla Coop – ci facciamo carico di un fenomeno pericoloso per la salute e altrettanto pericoloso per le sue ricadute sociali. Lo consideriamo un impegno importante e in linea con la nostra politica valoriale. Contiamo che ciò serva a sollevare un dibattito, ad aprire un tavolo istituzionale con altri operatori interessati per arrivare il più presto all’emanazione di una legge che riteniamo indispensabile. È una decisione che non si limita alla rinuncia della vendita. Ad essa affiancheremo iniziative di informazione e di sensibilizzazione dei giovani e degli adulti al problema dell’alcol per fare in modo che una delle piaghe più dolorose del nostro tempo possa essere combattuta più efficacemente e sconfitta".

Il provvedimento è stato accolto con soddisfazione dal Moige (Movimento Italiano Genitori) che ribadisce "la necessità di arrivare al divieto di vendita e somministrazione di alcoli ai minori di 18 anni". "Si chiede infatti – scrive l’associazione – che ad una emergenza come questa, che vede sempre più ragazzi coinvolti nel pericoloso vizio dell’abuso di bevande alcoliche come dimostrato anche dai recenti studi fra i quali anche quelli del Ministero della Salute, si risponda con una normativa che innanzitutto innalzi il divieto dai 16 ai 18 anni e che oltre alla somministrazione vada a normare anche alla vendita".

 

Comments are closed.